Quotidiano Nazionale logo
23 mar 2022

La primavera di Medicina Aumentano i residenti

Il numero dei cittadini supera quota 16.600 dopo i difficili mesi della pandemia. Segno positivo anche per Castel Guelfo, Casalfiumanese e Borgo Tossignano

Dalla Vallata alla Bassa, le anagrafi dei Comuni tracciano il bilancio del 2021
Dalla Vallata alla Bassa, le anagrafi dei Comuni tracciano il bilancio del 2021
Dalla Vallata alla Bassa, le anagrafi dei Comuni tracciano il bilancio del 2021

L’anticipazione dei dati sulla popolazione della città metropolitana al 31 dicembre 2021 parla chiaro. Ancora un segno meno, di 346 unità che fissano il totale a 132.380 persone, per la quota dei residenti sull’area del Nuovo Circondario Imolese rispetto al 2020. Nessuna inversione di tendenza, quindi, per una parabola al ribasso ormai costante dal 2019. Un trend trainato dalla decrescita di Imola che, con 263 abitanti in meno (-0.38%), resta sotto la soglia dei 70mila (69.592). Una sommatoria composta da 33.626 maschi e 35.966 femmine. Calo ancora più netto a Castel San Pietro Terme dove la dipartita di 112 abitanti (-0.54%) rosicchia ancora qualcosa alla soglia psicologica dei 20mila (20.674). Le prime buone notizie le regala Medicina. Il dramma della zona rossa pandemica, che ha cambiato la storia recente della città guidata dal sindaco Matteo Montanari, appare più lontano leggendo quel più 77 unità che certifica il totale dei residenti a 16.676. Interrompe un biennio di crescita demografica, invece, Dozza. Il meno 46 cittadini (-0.70%) mantiene comunque stabilmente il borgo e la frazione di Toscanella ancora al di sopra della tacca complessiva da 6.500 (6.563). Dopo i numeri preoccupanti registrati tra il 2019 ed il 2020, con una decrescita superiore all’1 per cento, tira un sospiro di sollievo Casalfiumanese. La curva scende ma con meno incidenza (-12 residenti, -0.36%) per un totale di 3.361 unità. Non si arresta la corsa di Castel Guelfo iniziata nel 2016. Più 14 abitanti (+0.31%) che fortificano l’ormai consolidata soglia delle 4.500 persone totali (4.543). Perde qualche punto percentuale Mordano, con 15 unità in meno pari ad una decrescita del 0.33 per cento, che saluta quota 4.600 (4.598). Un dato da leggere, però, con ottimismo dopo la mazzata targata 2020 che aveva fatto scendere di oltre 100 elementi il computo.

Vallata del Santerno altalenante. Detto di Casalfiumanese, sorride Borgo Tossignano che interrompe il sortilegio al negativo degli ultimi due anni. Rialzo di 13 residenti (+0.40%) e totale a 3.241 persone. Brusca discesa per Fontanelice dove salutano 16 persone (-0.82%) allontanando sempre più il paese dal sogno dei 2mila residenti (1.929) accarezzato nel 2014. Copertina doverosa per Castel del Rio. Dal meno 1.98 per cento del 2020 al più 1.18 per cento di fine 2021. Un’ascesa che riporta gli alidosiani, ora forti di altri 14 abitanti, al di sopra dei 1.200 (1.203) attestandosi tra gli aumenti percentuali più rilevanti dell’intero territorio bolognese. Resta coi piedi per terra e usa grande raziocinio il sindaco Alberto Baldazzi: "Le cifre mutano radicalmente di anno in anno, parliamo sempre di poche unità".

Mattia Grandi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?