Quotidiano Nazionale logo
31 mar 2022

Lasciò la famiglia per combattere Ecco chi era Vero Vespignani

Qualche giorno fa, siamo andati all’archivio di Imola per vedere i registri dei soldati che hanno preso parte alla Prima guerra mondiale. Nei registri c’erano scritti i nomi, i cognomi, le città di provenienza, i nomi dei genitori e in alcuni i mestieri da loro praticati prima che iniziasse il conflitto.

Il soldato di cui abbiamo ricostruito la storia, si chiamava Vero Vespignani, un ragazzo nato e cresciuto a Imola che è stato chiamato per dare il suo contributo in guerra. Il giovane ha dovuto lascare la propria famiglia a Imola per andare in guerra. Ci hanno fatto vedere anche delle lettere scritte da Vero per la propria famiglia, una testimonianza, a nostro avviso, molto toccante.

Nel frattempo che noi cercavamo informazioni su Vero Vespignani nel registro, i nostri compagni di classe guardavano e leggevano delle lettere scritte da altre persone chiamate per combattere in guerra, ad esempio Amilcare Montroni, un soldato che prima della guerra di mestiere faceva il tipografo, è morto in seguito a una malattia.

Dopo aver visto alti registri con le informazioni di altri soldati abbiamo visto delle foto scattate prima della guerra, che ritraevano i giovani prima di diventare soldati.

Martina Montoschi

e Riccardo Bassi,

3^A Sante Zennario

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?