Le squadre dei sindaci. Quasi fatta la giunta a Casalfiumanese

È vicino anche il completamento del quadro a Castel Guelfo e a Fontanelice. Tante le conferme nei Comuni, ma sono attese anche diverse novità.

Le squadre dei sindaci. Quasi fatta la giunta a Casalfiumanese

Le squadre dei sindaci. Quasi fatta la giunta a Casalfiumanese

Ci sono sempre più certezze attorno ai nomi dei componenti delle varie giunte che supporteranno i sindaci di tanti paesi del circondario. A Fontanelice insieme al primo cittadino Gabriele Meluzzi ci sarà Stefano Colli mentre per l’ultimo posto è corsa a tre, anche per la necessità di inserire una quota rosa: tra le più votate Luciana Righini, Ayla Giovannini e Beatrice Mari. Ma si starebbe valutando anche un profilo al femminile d’esperienza non direttamente collegato alla campagna elettorale. Primo consiglio comunale, con ogni probabilità, il 24 giugno. Pronte, inoltre, diverse deleghe da ripartire tra i consiglieri. In casa opposizione, dove con Vecchio siederanno Gianfranco Mascherini e Niccolò Carapia, sarebbe già in atto un ragionamento in chiave futura per dare nuovo slancio alla realtà civica di minoranza ‘Per Fontanelice’. Un gruppo che tanto piace al centrodestra. E in tal senso, potrebbe essere proprio il nome dell’appena 21enne Carapia quello giusto. L’obiettivo? Un quinquennio di crescita per il giovane figlio d’arte prima del nuovo tentativo di conquista della fascia tricolore. A Casalfiumanese è quasi tutto fatto. E come a Mordano si dovrebbe optare per una larga riconferma della giunta uscente. Bis certo per il tandem inossidabile Angioli-Casella che ha pure il plus dell’ampio gradimento degli elettori con un totale di ben 155 preferenze. Pochi dubbi anche sulla presenza di Meri Mirandola, reduce da un mezzo mandato di grande impegno, mentre sarebbe a un passo dalla nomina Eliana Montefiori (la più votata tra le donne della civica ‘Insieme per Casalfiumanese’, ndr). A Dozza la certezza è Barbara Pezzi. L’ex assessora al bilancio, pilastro della giunta Albertazzi, sarà un punto fermo del nuovo schieramento. Con una novità tutt’altro che scontata: deleghe importanti ai consiglieri per rafforzare il il coinvolgimento dell’intera squadra. A Castel Guelfo si procede, ormai, spediti. Il pioniere delle campagne elettorali Claudio Franceschi, infatti, ha disegnato per tempo le strategie e incassati i sì delle competenti Valentina Savoia ed Eleonora Negroni, quest’ultima in pole position per il ruolo di vicesindaca, con la novità Tomas Cenni, ecco la suggestione Massimiliano Milano. L’illustratore guelfese, classe 1973, sarebbe al debutto assoluto e potrebbe dare un deciso impulso in chiave culturale.

Mattia Grandi