L’ex ministro Costa: "La riapertura della discarica mi è sembrata eccessiva"

L'iniziativa pubblica del Movimento 5 Stelle a Imola ha affrontato temi ambientali, tra cui la gestione dei rifiuti e il dissesto idrogeologico. L'ex ministro Costa ha criticato la discarica Tre Monti, mentre altri hanno sottolineato le scelte politiche avverse all'ambiente. Associazioni ecologiste hanno partecipato all'evento.

L’ex ministro Costa: "La riapertura della discarica mi è sembrata eccessiva"

L’ex ministro Costa: "La riapertura della discarica mi è sembrata eccessiva"

Discarica Tre Monti al centro di un’iniziativa pubblica organizzata ieri pomeriggio in Autodromo dal Movimento 5 stelle. L’occasione è stata l’arrivo in città del deputato Sergio Costa, ex ministro dell’Ambiente e attuale vicepresidente della Camera, e dell’europarlamentare Sabrina Pignedoli. I due, affiancati dalla consigliera regionale Silvia Piccinini e dal consigliere comunale Ezio Roi, negli ultimi giorni sono stati infatti protagonisti di vari eventi analoghi in giro per l’Emilia-Romagna.

Una sorta di ‘Stati generali dell’ambiente’, quelli andati in scena nella sala briefing del circuito, che hanno visto la presenza ("Da indipendenti", tiene a specificare Pignedoli) delle principali associazioni ecologiste del territorio. Il tutto nell’ambito di un appuntamento nato come una conferenza stampa allargata al pubblico e al quale hanno preso parte diversi simpatizzanti del Movimento cinque stelle. Un modo per parlare dei temi cari al Movimento, ma anche di vedersi e di contarsi in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

"Purtroppo l’attuale governo sta trascurando le indicazioni dell’Unione europea in tema di green deal e l’impatto sui territori del dissesto idrogeologico e della siccità – è il pensiero di Pignedoli –. La gestione e la riduzione dei rifiuti, il contrasto degli ecoreati, il consumo di suolo: sono molti i problemi da risolvere".

Da parte sua, l’ex ministro Costa sottolinea come la discarica Tre Monti abbia "una certa problematicità. Non è tenuta bene – protesta il deputato del M5s – e stabilirne la riapertura mi è sembrato eccessivo".

Piccinini punta invece il dito contro le scelte politiche della Giunta del presidente Stefano Bonaccini ("Siamo tra le ultime regioni del Paese per produzione da energie rinnovabili") e anche di un Governo "nemico dell’Ambiente", mentre Roi torna a mettere l’accento sull’aumento delle malattie cardiorespiratorie nel circondario.

A completare il quadro, gli interventi di Cinzia Morsiani (comitato ‘Vediamoci chiaro’), Alfredo Sambinello (Legambiente) e Giacomo Zattini ("attivista per il clima").