ENRICO AGNESSI
Cronaca

L’ex Zoo Acquario. Partito il cantiere. Entro l’anno nascerà un centro di formazione

Ospiterà i corsi post diploma sviluppati dalla Fondazione Fitstic nei settori delle tecnologie della formazione e della cybersecurity. In altri spazi il Comune realizzerà il ‘laboratorio aperto’ del Circondario.

L’ex Zoo Acquario. Partito il cantiere. Entro l’anno nascerà un centro di formazione

L’ex Zoo Acquario. Partito il cantiere. Entro l’anno nascerà un centro di formazione

Al via i lavori di riqualificazione dell’ex Zoo Acquario. Il cantiere, affidato nelle scorse settimane all’imolese Opera, consorzio tra imprese artigiane del quale fanno parte Emme.C.Elle Costruzioni Generali e Naldi Impianti, sta prendendo forma in questi giorni. L’area attorno alla struttura di via Aspromonte è stata recintata, segno che le operazioni stanno entrando nel vivo. L’importo contrattuale di aggiudicazione dei lavori è di oltre 670mila euro più Iva, con un ribasso del 8,20% sull’importo a base di gara.

Dopo i necessari interventi di risanamento conservativo e superamento delle barriere architettoniche, la struttura di via Aspromonte (chiusa ormai da oltre due anni) è destinata, come ormai noto, a diventare sede di un nuovo polo formativo e dell’innovazione. Uno spazio pensato per orientare i giovani verso il mondo del lavoro e diventare al tempo stesso un punto di riferimento per le imprese. La struttura verrà intitolata ad Adriano Olivetti.

Se non ci saranno ritardi sulla tabella di marcia, la riqualificazione dovrebbe terminare entro la fine del 2024. L’intervento presentava un quadro economico complessivo di 950mila euro, finanziato per 600mila euro dal Comune, proprietario dell’immobile, e 350mila euro da Fitstic - Fondazione istituto tecnico superiore tecnologie industrie creative (compagine della quale fanno parte aziende, scuole ed enti vari), che ha ottenuto specifici fondi Pnrr.

Nelle scorse settimane, il Comune ha fatto sapere di aver ritenuto di investire nel progetto "in considerazione dell’interesse pubblico alla creazione sul territorio di un polo della formazione e dell’innovazione", nonché dell’interesse, in quanto proprietario, alla "riqualificazione dell’immobile che necessita di lavori urgenti per evitarne l’ammaloramento".

A questo proposito, lo scorso settembre, è stata sottoscritta una convenzione ad hoc tra Fitstic e Comune per la regolarizzazione dei rapporti di attuazione, gestione e controllo relativi al progetto, nell’ambito della realizzazione degli obiettivi previsti dal Pnrr. In particolare, la struttura ospiterà la formazione sviluppata da Fitstic con gli Istituti tecnici superiori, nell’area delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione e anche sulla cybersecurity.

I locali verranno suddivisi da un lato per realizzare i corsi formativi di Fitstic e nella rimanente parte, ovvero negli spazi del seminterrato, il Comune realizzerà i locali del laboratorio aperto del Circondario, ovvero un luogo legato ad attività e corsi sull’innovazione digitale per adolescenti ed adulti che si realizzeranno fra la fine del 2024, il 2025 e il 2026.

Per non dimenticare quello che ha rappresentato lo Zoo Acquario per generazioni di imolesi, la Giunta ha stabilito che verrà ricordata, con una targa apposta all’interno della struttura, la figura di Alberto Tassinari, che con la moglie Emma e la figlia Paola è stato il motore dell’attività didattica e divulgativa dello Zoo Acquario verso le scuole e non solo.