Dal 10 luglio al 28 agosto, le valli del Santerno e del Sillaro ospiteranno ‘In mezzo scorre il fiume’. La rassegna curata da Luisa Cottifogli valorizza il binomio musica e natura, pianificando un festival culturale diffuso, votato alla valorizzazione dell’arte sul territorio. Escursioni guidate in piccoli gruppi caratterizzate dall’incontro con personaggi di grande interesse: musicisti, vocalist, danzatori, narratori, video-artisti. Un’opportunità gratuita per assistere a veri e propri concerti all’aperto, performance, momenti di scambio e cultura, nel rispetto delle regole emergenziali del periodo. Partenza...

Dal 10 luglio al 28 agosto, le valli del Santerno e del Sillaro ospiteranno ‘In mezzo scorre il fiume’. La rassegna curata da Luisa Cottifogli valorizza il binomio musica e natura, pianificando un festival culturale diffuso, votato alla valorizzazione dell’arte sul territorio. Escursioni guidate in piccoli gruppi caratterizzate dall’incontro con personaggi di grande interesse: musicisti, vocalist, danzatori, narratori, video-artisti. Un’opportunità gratuita per assistere a veri e propri concerti all’aperto, performance, momenti di scambio e cultura, nel rispetto delle regole emergenziali del periodo.

Partenza affidata, venerdì 10 luglio (alle 19), all’escursione storico-ambientale che dal Torrione Sforzesco di Bubano porterà all’oasi ricavata dalle ex-cave della fornace. Lisa Manara, voce e chitarra, e il jazzista compositore Claudio Zappi incarneranno la proposta artistica lungo il cammino. Il 12 alla Casa del Fiume di Borgo Tossignano comincerà la rassegna di Jazz e dintorni Down by the River. Sotto i riflettori ‘In the middle of nowhere’, con Aldo Betto e Roberto Bartoli. Sei giorni più tardi sarà la volta della meditativa passeggiata all’alba ai piedi della Vena del Gesso. Spazio al flauto di Barbara Piperno, alla tromba di Maurizio Piancastelli e all’eclettico percussionista Paolo Caruso. Il 19 trasferta toscana a Camaggiore di Firenzuola. Doppio live per la voce di Luisa Cottifogli ed Enrico Guerzoni, violoncellista fra il classico, il jazz e il rock. Il ‘Cantaluglio’ di Giancarlo Battilani e soci, con le sonorità della tradizione locale, in vetrina il 25 luglio. Menù ricco il giorno seguente al Molino Nuovo di Castel San Pietro. Concerto panoramico al sorgere del sole di Antonio Stragapede che tornerà sul palco nel tardo pomeriggio, insieme alla band ‘Osteria del Mandolino’, con ‘La Filuzzi come si suonava una volta’, in memoria del musicologo Stefano Zuffi. Alla Casa del Fiume continuerà Down by the River con il progetto ‘VoceNera’ di Silvia Donati e Alberto Capelli.

Ricca la proposta di agosto. Escursione pomeridiana a Castel del Rio (1 agosto) con il ‘percorso Alidosi’, seguito dalla musica del Quartetto Duendarte. Il 2 e 9 a Borgo Tossignano sarà la volta dei ‘Voce Nova’ e dei Gajè Gipsy Swing Trio. Il 12 agosto si salirà fino a Sassoleone per il celebre ‘Rumì, viaggio in una Romagna incantata’, di Luisa Cottifogli.

Gran finale, nella stessa location, il 28 per la ‘La notte delle stelle’. Camminata in direzione dei castagneti impreziosita dai contributi dell’astronomo-musicista Angelo Adamo, da Marianne Gubri ed Enrico Guerzoni. Molti eventi saranno trasmessi in tempo reale sui social, a testimonianza della spinta promozionale riservata al territorio nell’intento di sviluppare un turismo consapevole e di qualità. Il festival ‘In Mezzo scorre il fiume’ fa parte di Bologna Estate 2020, cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana. Gli appuntamenti sono tutti ad accesso limitato con prenotazione obbligatoria all’indirizzo inmezzoscorreilfiume2020@gmail.com o al numero di telefono 340-0660043.

Mattia Grandi