L'ospedale Santa Maria della Scaletta

Imola, 12 giugno 2018 - Come di consueto, nei mesi estivi sono previste alcune riduzioni delle attività ospedaliere, in concomitanza al fisiologico calo dei cittadini che accedono ai servizi e alla necessità di garantire agli operatori sanitari le ferie.

Le riduzioni per quest’anno, spiega in una nota l’Azienda sanitaria imolese, sono molto limitate. Restano dunque invariati i posti in Medicina A, Area Post Acuti, Day Service internistico, Day Hospital Oncologico, Ortopedia, Ostetricia Ginecologia, Medicina di Urgenza, Cardiologia, Area critica, Servizio Diagnosi e Cura e Residenza Trattamenti Intensivi.

Da ieri al 30 settembre vengono ridotti 14 posti letto della piattaforma medica del terzo piano; la Pediatria passa da 15 a 11 posti letto dal 18 giugno al 30 settembre, con chiusura in Agosto del Day Hospital pediatrico; il Polo di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva riduce solamente in parte l’attività, mantenendo attiva una sala endoscopica per dodici ore al giorno dal lunedì al venerdì.

Nel Dipartimento chirurgico le riduzioni riguardano l’Otorinolaringoiatria e l’Oculistica, che chiuderanno dal 28 luglio al 2 settembre, ma le cui urgenze sono accolte presso Ortopedia e Ginecologia i cui posti restano invariati; Urologia riduce 4 posti, Chirurgia generale 6 posti e Breast unit (chirurgia senologica) 2 posti.

In parallelo, nel prossimo mese di luglio e nella prima decade di agosto verranno effettuati lavori di ammodernamento delle sale operatorie. A Castel San Pietro come consuetudine la Day surgery polispecialistica sospenderà le attività dal 23 luglio al 2 settembre, mentre l’Ospedale di comunità garantisce ventuno posti letto al primo piano di cui dodici di Struttura di cure intermedie e sette di Hospice dall’11 giugno al 9 settembre.

Infine, come ogni anno, da giovedì 21 giugno e fino a metà settembre i Cup di Imola-Ospedale vecchio e Castel San Pietro resteranno chiusi il giovedì pomeriggio.