Osservanza, parte il restauro Lavori all’Ex cabina elettrica Nascerà un info-point per ciclisti

Il Con.Ami ha assegnato l’intervento da 420mila euro all’impresa Rama srl di Bologna. Il sindaco Panieri: "Tassello importante". Il presidente Bacchilega: "Primo di una lunga serie".

Osservanza, parte il restauro  Lavori all’Ex cabina elettrica  Nascerà un info-point per ciclisti

Osservanza, parte il restauro Lavori all’Ex cabina elettrica Nascerà un info-point per ciclisti

L’attesa riqualificazione dell’Osservanza compie un passo in avanti decisivo. Il Consiglio di amministrazione del Con.Ami ha infatti deliberato l’aggiudicazione definitiva dei lavori di restauro dell’immobile ‘Ex cabina elettrica’, vicino all’entrata principale del complesso. L’intervento è finanziato dal Pnrr nella misura destinata alle Città metropolitane per i piani urbani integrati. Sono infatti diversi gli interventi previsti negli spazi dell’ex manicomio. E questo è il primo che parte.

Nel fabbricato in questione è previsto l’inserimento di un info-point e di un laboratorio cicloturistico metropolitano per "favorire un turismo sostenibile e inclusivo – sottolineano dal Comune –, volto alla valorizzazione di percorsi e iniziative dedicate per promuovere il territorio metropolitano in riferimento al circuito delle due ruote".

L’intento è quello di accogliere i ciclisti offrendo loro servizi utili (tra cui deposito mezzi, lavaggio e officina), proponendo percorsi e itinerari di viaggio, incentivando l’utilizzo di tale mezzo di trasporto, verso una maggiore sensibilità ambientale.

"Il nuovo servizio previsto ha l’obiettivo di promuovere la rete ciclabile metropolitana ‘Bicipolitana’ - proseguono infatti dal Comune –, tassello fondamentale per offrire ai cittadini una mobilità sostenibile in sicurezza e limitare l’uso delle auto, col fine di connettere tutti i principali centri abitati, poli produttivi e funzionali del territorio".

I lavori sono stati aggiudicati all’impresa Rama Srl di Bologna. L’intervento presenta un quadro economico complessivo pari a 420.700 euro (più Iva), finanziato quasi esclusivamente dal Pnrr, con 418mila euro (i restanti 2.700 euro sono a carico di Con.Ami). I lavori avranno inizio a settembre-ottobre di quest’anno e, sulla base del progetto, dovrebbero terminare a giugno 2024.

"In un momento di incertezza e difficoltà, Imola continua a rilanciare e a proseguire verso il futuro", esulta il sindaco Marco Panieri, che parla di "tassello importante all’interno della grande trasformazione dell’Osservanza, che cambierà il volto della città investendo su formazione, innovazione e sostenibilità".

Soddisfatto anche il presidente di Con.Ami, Fabio Bacchilega. "Questa aggiudicazione avviene nel pieno rispetto dei tempi che ci siamo dati – rivendica Bacchilega – ed è la prima di una serie di aggiudicazioni che delibereremo nelle prossime settimane, al fine di dare il via ai lavori entro quest’anno, relative agli altri tre importanti interventi di recupero all’Osservanza".

Il riferimento è, in particolare, al padiglione 1, destinato a ospitare la nuova sede dell’Accademia Internazionale ‘Incontri col Maestro’; ai padiglioni 11-12, che diventeranno il nuovo quartier generale del Circondario nonché il laboratorio sulla storia della psichiatria; l’edificio ex Artieri, che secondo i progetti diventerà uno spazio per innovazione e sostenibilità.

"Questo è possibile grazie al forte impegno di tutta la struttura tecnica e del direttore generale Capuzzimati – conclude il presidente di Con.Ami –. A tutti loro va il mio sentito ringraziamento".