Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Piazzale della stazione, sì al cambio di look

Ok della Giunta all’accordo con Rfi: 900mila euro per riqualificare l’area e migliorarne la viabilità. L’inizio dei lavori è fissato per il 2023

enrico agnessi
Cronaca

di Enrico Agnessi

Nuovi parcheggi per bici e moto, più stalli riservati ai taxi con costruzione di un relativo fabbricato (dalla parte opposta rispetto a quello attuale) a uso esclusivo della cooperativa che gestisce il servizio e sistemazione del marciapiede antistante l’ingresso della stazione. E ancora: creazione della corsia ‘kiss and ride’ per accompagnare e far scendere dall’auto chi deve prendere un treno, realizzazione di aree di sosta per disabili e per il carico e lo scarico delle merci a servizio dei locali commerciali di stazione. Infine, costruzione di due stalli destinati alla Polfer e degli spazi per fermata del bus, più la sistemazione delle aree verdi e la realizzazione di una nuova pista ciclabile.

È lunga la lista degli interventi contenuti nello schema di accordo tra Comune e Rete ferroviaria italiana per il progetto di "riordino funzionale e riqualificazione" delle aree esterne della stazione. La Giunta ha dato il via libera a un’intesa che prevede il finanziamento dei lavori previsti, pari a 900mila euro, assicurato con il concorso di Rfi (700mila euro) e del Comune (200mila euro). In base agli accordi, l’avvio della progettazione è in programma entro quest’anno. La partenza dei lavori è invece fissata nel 2023.

"Rientra tutto nel primo stralcio di riqualificazione di viale Andrea Costa – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini –. La firma dell’accordo è un segnale positivo, che dà continuità a quella progettazione. Riqualificherà la zona e consentirà ai tassisti, che forniscono un servizio molto importante, di poter svolgere al meglio il loro lavoro anche nelle ore notturne".

L’idea è quella di arrivare nel giro di alcuni anni, grazie alla collaborazione con Rete ferroviaria italiana, a migliorare nettamente le condizioni di una zona che altrimenti rischia di rimanere imprigionata nel degrado. "Si sono detti disponibili a ripristinare anche l’area in cui c’era il bar del dopolavoro – fa sapere l’assessore Raffini –. L’obiettivo è trovare un gestore anche per quegli spazi commerciali. E a quel punto la ristrutturazione della zona, dopo l’arrivo della Despar e della farmacia comunale, sarebbe quasi completata". Mancherebbe in effetti solo un ultimo tassello, vale a dire il ripristino dei locali della vecchia concessionaria auto Broggini, che oggi abbandonati come sono non rappresentano certo uno spettacolo. "Sì, lo sappiamo e vogliamo fare qualcosa – promette Raffini –. Ci stiamo già lavorando...".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?