Quotidiano Nazionale logo
9 mar 2022

Imola, al centro commerciale armati di pistola

Per vincere la noia un 16enne e un 17enne, cappuccio in testa e Beretta giocattolo in mano, spaventavano le persone nel parcheggio: denunciati

gabriele tassi
Cronaca
Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso i due giovanissimi mentre puntavano la pistola contro gli ignari e spaventati clienti
Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso i due giovanissimi

Imola, 9 marzo 2022 - In cerca di una via di fuga dalla noia. Pistola in mano – seppur finta –, e clienti terrorizzati nel parcheggio sotterraneo del centro Leonardo. Le telecamere di sicurezza li hanno immortalati, cappuccio in testa come i veri gangster, arma in mano, mentre la puntavano in giro ad altezza uomo. Sono finiti nei guai in due (denunciati dalla polizia), e non hanno più di diciassette anni i ragazzini rintracciati dagli agenti grazie al circuito di videosorveglianza. La pistola è una 92 Sbm, in tutto e per tutto uguale a quella in dotazione alla polizia di stato, ma fortunatamente a ’pallini’ e privata del tappino rosso di riconoscimento.

Nelle ultime settimane, gli uomini agli ordini del dirigente del commissariato di polizia, Luciano Di Prisco, hanno intensificato i controlli all’interno e nei parcheggi della grande galleria commericiale cittadina. Un intervento per rispondere alle numerose segnalazioni da parte dei responsabili della sicurezza del Centro Leonardo: da tempo infatti arrivava notizia della presenza di "ragazzini piuttosto molesti con i clienti", che si aggiravano nei dintorni dell’Iper (non più di qualche giorno fa erano state denunciate delle giovanissime per aver scribacchiato sui muri). Così è aumentato il numero di pattuglie per tener d’occhio il centro commerciale, sia nei giorni feriali che nel fine settimana, grazie anche al supportto del Reparto prevenzione crimine e delle altre forze dell’ordine: carabinieri e polizia locale.

E l’altra mattina i controlli hanno dato i primi frutti: un cliente, dopo essersi rivolto agli agenti, ha segnalato i movimenti sospetti di una persona che si stava aggirando all’interno del Leonardo. Si tratta di un imolese di cinquant’anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Perquisito poco dopo dagli agenti è stato trovato in possesso di due scatole di auricolari, dalle quali aveva rimosso l’anti-taccheggio, e una bottiglia di liquore, probabilmente sottratta dagli scaffali del supermercato. L’uomo è stato quindi denunciato a piede libero per furto aggravato e la merce è stata riconsegnata al Leonardo.

Ben più complessa è invece la storia dei ragazzini con la pistola a pallini. Sempre grazie alle segnalazioni della clientela e alla collaborazione con lo staff di sicurezza del Centro Leonardo gli agenti del commissariato hanno iniziato ad analizzare i video del circuito di sicurezza. "Dalle immagini – riferisce la polizia –, si evince come alcuni ragazzi stiano maneggiando un’arma (difficile dire se vera o finta), puntandola un po’ ovunque nel parcheggio sotterraneo del supermercato". Proprio grazie a queste riprese, il commissariato risale all’identità di due ragazzini di 16 e 17 anni residenti a Imola.

La polizia si presenta a casa di entrambi e la risposta è la stessa: "La pistola? L’abbiamo buttata per strada". I due si incolpano l’un l’altro, mentre gli agenti delle volanti sono già in strada a cercare l’arma: la trovano poco dopo nelle vicinanze di casa del ragazzo del 2006. E’ la stessa che compare nei video.

Sempre in casa dello stesso ragazzino viene trovato anche un revolver, anche questo a pallini: entrambe le armi ’giocattolo’ sono state sequestrate dalla polizia e i due ragazzi sono stati denunciati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?