Quotidiano Nazionale logo
5 mar 2022

Prevenzione incendi, ecco il gioco di squadra

Rotary e il governatore Bonaccini a sostegno del territorio montano. Presentato il progetto Grisù, che porterà in Appennino le acque del Cer

Anche il presidente della regione, Stefano Bonaccini, è intervenuto al convegno
Anche il presidente della regione, Stefano Bonaccini, è intervenuto al convegno
Anche il presidente della regione, Stefano Bonaccini, è intervenuto al convegno

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha fatto tappa a Imola nella serata di ieri per prendere parte alla presentazione del ‘Progetto Grisù’. Un appuntamento, organizzato nella cornice dell’hotel Molino Rosso dai Rotary Club Castel Bolognese Romagna Ovest e Rotary Club Imola, che ha riscosso unanimi consensi e alti indici di partecipazione. Al centro della lungimirante progettualità c’è la volontà di portare l’acqua del Canale Emiliano Romagnolo nelle valli del Senio e del Sintria per intervenire con tempismo in caso di incendi boschivi. Una modalità utile per scongiurare, una volta per tutte, la temuta criticità del territorio montano, peraltro accentuata negli ultimi periodi estivi di crescente siccità. Ne è testimonianza il devastante incendio che ha colpito qualche tempo fa la zona di Monte Battaglia. Un percorso materializzabile attraverso l’utilizzo della capillare rete consortile e l’avvenuta realizzazione delle prime due bocche di presa d’acqua finanziata proprio dai rotariani di Castel Bolognese ideatori del progetto. Non solo. Si tratta di un intervento coordinato, il primo di questo genere in area regionale, che vede la collaborazione del Comando dei Vigili del Fuoco della Provincia di Ravenna, del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale, il supporto dei volontari dei vigili del fuoco di Casola Valsenio e Riolo Terme e il coinvolgimento dei diversi consorzi irrigui delle valli del Senio, del Sintria e di Idrologica srl. L’obiettivo finale è quello di garantire al personale di soccorso una disponibilità di acqua per il servizio antincendio in quelle zone attualmente sprovviste o svantaggiate a causa della loro particolare conformazione orografica. Ma non è tutto. L’utilizzo di acqua ‘non nobile’ proveniente dal Canale Emiliano Romagnolo consente, inoltre, un considerevole risparmio economico per le casse della comunità territoriale. Un primo passo che ha le sembianze di modello replicabile su tutto il territorio regionale. Destinato, quindi, a fare scuola. E ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?