ENRICO AGNESSI
Cronaca

Pride a Imola oggi: oltre un centinaio gli attivisti in corteo

La comunità Lgbtqia+ sfila dalla stazione ferroviaria alla Rocca sforzesca passando per il centro storico. Centrodestra nel mirino

Imola (Bologna), 24 giugno 2023 - E’ partita dalla stazione ferroviaria, tra cartelli colorati e bandiere arcobaleno, la sesta edizione del Pride imolese organizzato anche quest’anno dalla comunità Lgbtqia+ sotto l’insegna di ‘Rivolta Gaya’.

Il corteo in partenza dalla stazione
Il corteo in partenza dalla stazione

Oltre un centinaio, in linea con gli anni scorsi, le presenze. Un corteo fatto di giovani e giovanissimi, animato dalla partecipazione di alcune drag queen. In rappresentanza del Comune, l'assessore alle Politiche di genere e Pari opportunità, Elisa Spada, che già passato aveva risposto ‘presente’ alla chiamata della comunità Lgbtqia+.

Nel mirino dei manifestanti, il Vaticano e i politici di centrodestra: Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi (“Non ci mancherà”, recita un cartello dedicato al Cavaliere).

Una “rivolta favolosa”, per dirla con un altro manifesto presente alla manifestazione, per chiedere “rispetto e inclusione”.

Il corteo ha attraversato il centro storico, facendo un giro più largo rispetto agli anni scorsi, con arrivo davanti al prato della Rocca sforzesca.