Profumo di maccheroni a Ponticelli. Ultimi preparativi per la sagra

La Sagra dei Maccheroni di Ponticelli si avvicina, con un programma che prevede esposizioni di veicoli d'epoca, distribuzione di pasta e ragù, e iniziative benefiche. L'organizzazione è affidata a un comitato di cittadini, che trasforma le offerte in buoni consumazione. La festa si concluderà con una mostra mercato e un'area dedicata ai bambini.

Profumo di maccheroni a Ponticelli. Ultimi preparativi per la sagra

Profumo di maccheroni a Ponticelli. Ultimi preparativi per la sagra

E’ partito il conto alla rovescia per la Sagra dei Maccheroni di Ponticelli in programma domenica. Una tradizione ormai ultracentenaria che si rinnova senza perdere di vista identità, sensibilità benefica e gradimento del pubblico. Lo confermano le presenze da record inanellate di anno in anno e quelle istantanee da sold out nella piazza della frazione imolese per gustare la succulenta pasta condita con il ragù di carne. Organizzazione ben salda nelle mani di un comitato di cittadini volenterosi, guidato dall’inossidabile Franco Battilani, che con un’attenta politica di autofinanziamento trasforma le offerte dei residenti e delle attività del posto in buoni consumazione per la festa domenicale. Programma vincente non si cambia ma c’è spazio per qualche piccola novità. Si partirà alle 10 nell’area dell’ex bocciodromo con il 12esimo sigillo della ‘Macchescooterata d’Epoca’, esposizione di vespe, moto e automezzi del passato con vaschette di maccheroni e bicchieri di buon vino a disposizione di tutti i partecipanti. Alle 11.30 ecco l’inizio della distribuzione della pasta in modalità d’asporto ai paesani muniti di tagliando: "Dal pastificio sono arrivati quasi nove quintali di sedanini e gobbetti – anticipa Battilani –. Ma abbiamo anche un’intera forma di parmigiano. Ordinati 300 chili di macinato bovino e suino e tutti gli altri ingredienti per preparare sette grandi paioli di ragù". Già, con una ricetta storica nota solo al ridotto novero degli addetti ai lavori della sagra: "In totale ci saranno una settantina di persone all’opera tra cucina e allestimenti vari – continua –. Vincolante la clemenza del meteo per non rischiare, come lo scorso anno quando la festa si tenne il 26 marzo, il posticipo". Alle 12, negli spazi della sala polivalente, entreranno in scena i genitori e gli insegnanti della scuola primaria di Ponticelli per uno speciale ‘Invito a tavola’. L’iniziativa ha reso possibile negli anni l’acquisto di attrezzature didattiche. Un tema, quello dell’attenzione al prossimo, che caratterizza da sempre la manifestazione. Tra le finalità del comitato, infatti, ci sono pure per una bella donazione all’Ausl di Imola per la ricerca contro i tumori e un’adozione a distanza. Alle 14.30 il momento clou con il via libera alla distribuzione dei maccheroni a tutti i presenti allietati dallo spettacolo de ‘I Mèlardòt’. Mostra mercato in Area Cenni e bancarelle coi prodotti tipici posizionate nel parcheggio adiacente alla via Montanara. In biblioteca, ‘Spazio Bimbi’ con laboratorio, animazione e giostre. E una bella novità: giocattoli di legno e giochi di strada di una volta, insieme al gruppo meldolese Nonno Banter 57.

Mattia Grandi