Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Radioimmaginaria, dieci anni di grandi successi

Il sindaco Franceschi: "Un aperitivo speciale per lasciarci alle spalle un biennio terribile"

I ragazzi di Radioimmaginaria durante un loro viaggio all’estero
I ragazzi di Radioimmaginaria durante un loro viaggio all’estero
I ragazzi di Radioimmaginaria durante un loro viaggio all’estero

Un brindisi per ripartire. Domani, dalle 18.30, la sala consiliare del municipio di Castel Guelfo ospiterà l’evento ‘Torniamo a vivere!’.

Un aperitivo per festeggiare la fine dello stato di emergenza ed il 10° anniversario di Radioimmaginaria.

"Nulla di particolarmente ricercato ma la volontà di lasciarci alle spalle un biennio terribile contrassegnato dalla pandemia e adesso, perfino, dallo scoppio di un conflitto bellico nel continente – spiega il sindaco Claudio Franceschi –. Vogliamo imprimere al nostro futuro un deciso piglio di reazione contribuendo a costruirlo, giorno per giorno ed insieme, il migliore possibile".

Non solo. Al centro dell’appuntamento ci saranno anche le 10 candeline sulla torta griffata Radioimmaginaria. Dal 2012, infatti, la realtà radiofonica con sede a Castel Guelfo è il network europeo fatto, diretto e condotto dagli adolescenti di età compresa tra gli 11 ed i 17 anni. Un’emittente che racconta il mondo dal punto di vista dei giovani creando sinergie tra i ragazzi e mettendoli in rete anche attraverso un segnale diffuso in tutta Europa. Sono più di 50, soltanto in Italia, le filiali di Radioimmaginaria che è anche impegnata su tematiche sociali e nella salvaguardia dell’ambiente.

"L’emittente ed i ragazzi che compongono la redazione della sede centrale sono parte integrante del nostro paese, un autentico orgoglio – conclude il primo cittadino –. L’incontro del 31 nasce proprio dalla volontà di ritrovarci insieme per farci un semplice augurio di ripartenza".

m. g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?