Salvati 25 chili di carpe dopo la piena del Santerno

Operazione di salvataggio di 25 chili di carpe intrappolate nel tratto imolese del fiume Santerno. Collaborazione tra cittadini, guardie ittiche e volontari per la salvaguardia ambientale.

Salvati 25 chili di carpe  dopo la piena del Santerno

Salvati 25 chili di carpe dopo la piena del Santerno

L’ondata di piena dei giorni scorsi, che ha raggiunto picchi ancora più rilevanti di quelli registrati con la fiumana della scorsa primavera, ha sconvolto in più punti l’alveo del fiume Santerno. Nel tratto imolese, infatti, si sono formate varie pozze laterali dove sono rimasti in trappola parecchi pesci che sarebbero stati destinati a morte rapida. L’allarme è stato dato da un cittadino a spasso con il cane e, in pochi minuti, le guardie Fipsas ed i volontari dell’associazione Asp Valsanterno sono entrati in azione. L’operazione ha portato al salvataggio di circa 25 chili di carpe poi reimmesse nel corso d’acqua più a monte, per superare l’ostacolo delle sponde ancora instabili e pericolose del tratto cittadino. L’intervento ha confermato ancora una volta – fanno sapere dall’associazione – la collaborazione tra cittadini, guardie ittiche e volontari per il processo di salvaguardia ambientale.

m.g.