Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 giu 2022

Speriamo in un altro anno più tranquillo

19 giu 2022
serafino
Cronaca

Serafino

Veltri*

Il nuovo esame di maturità inizia con tanti dubbi e incertezze, in primis l’utilizzo delle mascherine che il ministero raccomanda solo se non ci sarà il metro di distanza interpersonale, ma naturalmente l’utilizzo rimane facoltativo, cioè il candidato volendo può utilizzare anche la mascherina Ffp2, anche alla luce dell’impennata di contagi di questi giorni e delle numerose reinfezioni in atto. Molto importante sarà sicuramente rispettare le norme sul distanziamento negli istituti scolastici e non meno lo sarà l’igienizzazione dei locali: tutto il personale scolastico sarà chiamato a un ulteriore sforzo. Gli ultimi 2 anni sono stati duri per tutti, sia per i docenti e il personale scolastico che per i ragazzi, sicuramente ha pesato tantissimo la didattica a distanza che per molti è stata vissuta come un’esperienza negativa, vuoi per la difficoltà di concentrazione tra le mura di casa, magari per la presenza di altri componenti della famiglia a lavorare o studiare in contemporanea, ma anche per i tanti problemi tecnici di connessione o copertura di rete. Inoltre in questi anni è aumentata la percentuale di abbandoni scolastici, specialmente nei periodi di Didattica a distanza. Ma le ripercussioni della pandemia si sono sentite tanto anche sulla preparazione scolastica e ci sono stati tanti ragazzi che lo hanno notato affrontando l’università. Bisogna sperare che l’anno prossimo sia un anno che si potrà affrontare con più tranquillità, magari con classi meno numerose e magari anche con più docenti di ruolo, con meno precarizzazione e quindi più certezza del futuro anche per il personale scolastico. Siamo nel periodo di rinnovo del contratto, abbiamo per questo anche fatto mobilitazione, perché speriamo venga riconosciuta e finalmente meglio remunerata una professione che come nel caso degli esami di maturità prepara i nostri ragazzi ad affrontare con sicurezza e preparazione il loro futuro e anche il futuro del nostro paese, in questo periodo pesante di guerra e di incertezza economica per tutti.

*segretario territoriale

e regionale Uil Scuola

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?