Imola, 10 luglio 2018 – Partiti gli annunciati lavori per l’installazione del semaforo tra le vie Nuova e Correcchio, a Sasso Morelli, a due passi dalla Sterlina. Ieri mattina alcuni operai erano infatti al lavoro all’altezza dell’ormai tristemente nota intersezione all’estrema periferia della città, da tempo teatro di alcuni incidenti automobilistici anche gravi, l’ultimo dei quali non più tardi di un paio di settimane fa. A breve è atteso il via libera all’accensione dell’impianto, che nelle aspettative dell’amministrazione comunale uscente (la collocazione della lanterna semaforica in quel punto è stata voluta dalla Giunta di Daniele Manca su sollecitazione di residenti e opposizione) dovrebbe quantomeno portare a una significativa diminuzione dei sinistri.

Per chiedere all’amministrazione di mettere in sicurezza quell’intersezione, nelle campagne tra Sasso Morelli e Sesto Imolese, si erano mobilitati nei mesi scorsi anche gli abitanti della zona, che in poche settimane avevano raccolto 800 firme. Proprio in risposta a quell’istanza, a ottobre 2017 il Comune aveva annunciato per febbraio-marzo di quest’anno l’arrivo del semaforo ‘intelligente’, con precedenza di verde per chi transita su via Correcchio. Con qualche ritardo sulla tabella di marcia, a gennaio c’era stato l’ultimo passo formale in vista appunto dell’installazione dell’impianto semaforico nei pressi della Sterlina: l’approvazione della delibera attraverso la quale la Giunta, con uno dei suoi ultimi atti prima dell’arrivo del commissario prefettizio, dava il disco verde al progetto di fattibilità tecnico-economica redatto da Area Blu e finanziava la spesa in un quadro economico complessivo di 29mila euro.

Prima dell’ultimo incidente, quello dello scorso 21 giugno (due feriti e un’auto incendiata il bilancio), la zona era stata teatro di un altro pauroso scontro che aveva costretto all’intervento anche l’elisoccorso. Per non parlare dell’episodio di un anno fa, quando rimase coinvolta persino un’ambulanza e alla fine il conto dei feriti toccò addirittura quota sei. Proprio all’indomani di quell’episodio, partì la decisiva raccolta firme che ha portato a un provvedimento invocato – nello scorso mandato – anche dagli esponenti di opposizione.

«All’incrocio della Sterlina fra Sasso Morelli e Sesto Imolese finalmente oggi vediamo che si realizza il tanto sospirato semaforo – commenta il referente locale di Forza Italia, Nicolas Vacchi –. L’intersezione fra il Correcchio e la via Nuova, nella bassa del comune di Imola, è sin troppo conosciuta per i numerosi incidenti, in certi casi gravi o mortali, che si ripetono da decenni. Negli ultimi anni, attraverso una intensa attività istituzionale di denunce, dopo petizioni e raccolte di firme, dopo varie segnalazioni su questo grave problema di viabilità e sicurezza, oggi portiamo a casa una vittoria. Un risultato concreto che noi di Forza Italia Imola ascriviamo alla nostra attività vicina ai cittadini, sulla cui sicurezza e tutela non si scherza».