Torna la musica di Crossroads. Gran finale dedicato a Dalla con la voce di Peppe Servillo

Il primo concerto il 5 aprile al teatro Stignani con Enrico Rava & Mauro Ottolini Brass Ensemble. L’assessore Gambi: "Orgogliosi di collaborare da oltre vent’anni con questo festival".

Torna la musica di Crossroads. Gran finale dedicato a Dalla con la voce di Peppe Servillo

Torna la musica di Crossroads. Gran finale dedicato a Dalla con la voce di Peppe Servillo

+Imola e circondario protagonisti del festival Crossroads, che dal 3 marzo al 13 luglio farà tappa in oltre venti comuni della regione con più di 60 concerti (per oltre 400 musicisti). Un programma talmente vasto da lasciare spazio alle grandi star italiane e internazionali, alle giovani promesse già in aria di celebrità, alle figure storiche, ai nomi di più raro ascolto nel circuito festivaliero, ai talenti locali.

Si parte venerdì 5 aprile al teatro Ebe Stignani di Imola con Enrico Rava & Mauro Ottolini Brass Ensemble, seguito sabato 6 e domenica 7 da due appuntamenti targati Cassero Jazz a Castel San Pietro.

Mercoledì 10 aprile si torna allo Stignani con il Richard Galliano New York Tango Trio. Martedì 16 aprile ci si sposta invece al teatro comunale di Mordano con Nilza Costa & Daniele Santimone. Sabato 20 e domenica 21 aprile doppio appuntamento al teatro comunale di Dozza: il primo con Costanza Alegiani Folkways (‘Lucio dove vai?’ - Dalla, dagli esordi a Roversi), il secondo con il Silvia Valtieri trio.

Martedì 23 aprile si torna a Mordano per il concerto di Eloisa Atti & Marco Bovi, al quale seguirà lunedì 29 aprile (sempre a Mordano) lo show di Laura Avanzolini & Emiliano Pintori. Sabato 22 giugno gran finale per la parte di calendario di Crossroads ospitata nel circondario. Al parco Ca’ Nova di Medicina ecco ‘L’anno che verrà’, canzoni di Lucio Dalla con Peppe Servillo – voce; Javier Girotto – sax soprano, sax baritono; Natalio Mangalavite – pianoforte, tastiere, voce.

"Uno straordinario calendario di appuntamenti distribuiti in tanti luoghi della regione, con nomi di primissimo piano e numerosi progetti e residenze- commenta l’assessore regionale alla Cultura e Paesaggio, Mauro Felicori“ . Al giro di boa del quarto di secolo, Crossroads si conferma una realtà solida nel panorama musicale dell’Emilia-Romagna, un appuntamento irrinunciabile che porta a vivere intensamente la magia dei concerti dal vivo, un’eccellenza della produzione culturale in regione".

Crossroads 2024 è organizzato da Jazz Network in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione e con il sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni. Crossroads fa parte di Jazzer powered by Gruppo Hera.

"Crossroads non smette di indagare in ogni direzione gli incroci, i crocevia, i bivi delle musiche creative come del territorio regionale - dichiara Sandra Costantini, direttrice artistica de festival –. Ne esce ogni volta una mappa intricata di viali, strade, vicoli che si intrecciano l’un l’altro in mille rivoli, conducendo in luoghi, reali e ideali, disparati, molteplici, vari e variegati…. Man mano vedo crescere il calendario sotto gli occhi e quando questo festival nomade prende finalmente forma, ecco ripetersi la magia".

Nelle parole dell’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi, "Imola e il suo teatro comunale Stignani fanno parte da oltre vent’anni della rete dei prestigiosi luoghi dove il festival si svolge – prosegue Gambi -. È motivo di grande orgoglio per la città collaborare con Crossroads così ospitando alcuni tra i più stimati ed acclamati jazzisti della scena nazionale ed internazionale, in un programma di appuntamenti con musica dal vivo accompagnati da momenti di approfondimento".