Vaccinazione antitetanica al via. Oggi la seduta dalle 8.30 alle 13

Seduta straordinaria per vaccinazione antitetanica senza prenotazione, rivolta a non vaccinati o con richiamo oltre 10 anni. Protezione duratura con vaccino trivalente.

Vaccinazione antitetanica al via. Oggi la seduta dalle 8.30 alle 13

Vaccinazione antitetanica al via. Oggi la seduta dalle 8.30 alle 13

Seduta straordinaria ad accesso libero per la vaccinazione antitetanica. La organizza oggi dalle 8.30 alle 13 il servizio di Igiene e Sanità pubblica dell’Ausl. "L’invito è rivolto a coloro che non sono mai stati vaccinati per il tetano oppure hanno fatto l’ultima dose di richiamo da più di 10 anni", spiegano dall’Azienda sanitaria imolese. Per avere informazioni sulla propria situazione, si può consultare il certificato vaccinale presente nel fascicolo sanitario o telefonare al seguente numero telefonico 0542604916 dalle 12 alle 13.30. Come detto, l’accesso agli ambulatori avverrà in modo diretto senza necessità di prenotazione, bisogna solo ricordare di portare con sé la tessera sanitaria o il codice fiscale ed un documento di identità.

"Il tetano è una malattia infettiva acuta non contagiosa causata dal batterio clostridium tetani, un batterio che si trova soprattutto nel terriccio, nel letame, nell’asfalto e nel tratto digerente di alcuni animali (soprattutto equini ed ovini) – spiega la dottoressa Carolina Ianuale, direttrice dell’unità operativa Igiene e Sanità Pubblica dell’Ausl –. Il batterio del tetano può sopravvivere per lunghi periodi di tempo in condizioni sfavorevoli poiché si conserva in forma di spora, si circonda cioè di un involucro protettivo molto resistente". Una ferita banale può rappresentare la porta d’ingresso del Clostridium nell’organismo. Una volta penetrato, il batterio produce una tossina che tramite le giunzioni neuromuscolari e i nervi raggiunge il midollo spinale dove svolge la propria azione tossica causando la paralisi dei muscoli. Il periodo di incubazione solitamente va da tre a 21 giorni.

"La prevenzione si attua principalmente attraverso la somministrazione di un vaccino che conferisce una protezione duratura per almeno 10 anni – prosegue Ianuale –. La vaccinazione antitetanica è offerta in formulazione trivalente, insieme a difterite e pertosse, conferendo quindi protezione contro le tre malattie. È generalmente ben tollerata e consiste in una semplice iniezione per via intramuscolare nel braccio". Dopo la vaccinazione si possono condurre tutte le normali attività. Gli effetti indesiderati più comuni sono dolore di breve durata nel punto di iniezione o una leggera febbre. Il ciclo di base comprende tre dosi, di cui le prime due praticate a distanza di circa due mesi, l’una dall’altra, e la terza a distanza di 6-12 mesi dalla seconda.