Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 lug 2017

Vasco Rossi, il Gallo si rende socialmente utile a Borgo Tossignano

Claudio Golinelli, storico bassista di Vasco, salda il suo debito con la comunità lavorando nel verde

7 lug 2017
enrico agnessi
Imola -GOLINELLI CLAUDIO IN ARTE "IL GALLO" A BORGO TOSSIGNANO PER LAVORI SOCIALMENTE UTILI
Claudio Golinelli in arancione a Borgo Tossignano (foto Isolapress)
Imola -GOLINELLI CLAUDIO IN ARTE "IL GALLO" A BORGO TOSSIGNANO PER LAVORI SOCIALMENTE UTILI
Claudio Golinelli in arancione a Borgo Tossignano (foto Isolapress)

Imola, 7 luglio 2017– Prima l’applauditissimo show al Molino Rosso con la Imola Big band, ora i lavori socialmente utili a Borgo Tossignano tra richieste di autografi e selfie con i fan. Il ritorno in città del ‘Gallo’ Claudio Golinelli dopo il concerto record di Vasco Rossi a Modena non è passato di certo inosservato. E dimostra, una volta di più, quanto lo storico bassista del Komandante, che più di qualcuno sotto l’Orologio vorrebbe premiare con il Grifo, sia apprezzato dalla sua gente.

SPECIALE Vasco Rossi Modena Park

Ciò che accade in questi giorni in Vallata ne è la dimostrazione: il Gallo arriva in paese ogni mattina per saldare il proprio debito con la comunità («Andavo un po’ troppo piano in macchina e me l’hanno sequestrata», ci scherza su), ma quello che per altri sarebbe stato un momento di disagio e imbarazzo per lui si è trasformato – al netto della fatica – in un momento di festa. Un’occasione buona per ricaricare le pile prima del tour che lo vedrà protagonista in giro per l’Italia assieme a Will Hunt e Steff Burns, quest’ultimo assieme a lui sul palco del Modena Park l’1 luglio.

Modena Park: come richiedere l’inserto speciale, il poster, il libro di Vasco

Non farsi riconoscere dalla gente del posto? Impossibile. Soprattutto dopo che, meno di una settimana fa, qualche milione di persone (anche i pochi che da queste parti non lo avevano ben presente) lo ha visto sugli schermi di Raiuno acclamato da 220mila fan. Molto meglio, tra un taglio dell’erba e un’innaffiata al verde, lasciarsi travolgere dall’affetto della gente. «Nonostante la tuta arancione mi riconoscevano tutti – racconta il Gallo a fine giornata –. E’ arrivato perfino il comandante dei carabinieri. Sono state sei ore di lavoro intense, ne ho fatte di tutti i colori: a un certo punto abbiamo anche trasportato un vecchio frigorifero. Ora capisco la fatica di chi lo fa tutti i giorni. Sono in pace con me stesso. Dal Modena Park al parco di Borgo Tossignano».

Era stato lo stesso Golinelli ad annunciare, l’altra sera al Molino Rosso, a sole 48 ore di distanza dal concerto emiliano, il compito che lo attendeva una volta rientrato a casa. «Ora ripartirò in tour con gli americani (Hunt e Burns, ndr) – fa sapere il Gallo, che con la Imola big band ha suonato Generale, Gli spari sopra, Siamo solo noi (suo il giro di basso all’inizio della canzone) e infine Albachiara – . Poi torno a fare gli ultimi giorni di lavoro. Mi hanno assegnato un tutor che è musicista anche lui, fa il batterista, e allora parliamo di musica. Un’esperienza formativa, non c’è che dire. E poi in arancione sto benissimo».

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?