Quotidiano Nazionale logo
26 mar 2022

Via libera del Comune a tre nuovi boschi

Oltre 230mila euro per piantare 4mila alberi in zona Autodromo, nell’area industriale e lungo la Bretella

L’importo dei lavori per il 2022 è stimato in oltre 145mila euro
L’importo dei lavori per il 2022 è stimato in oltre 145mila euro
L’importo dei lavori per il 2022 è stimato in oltre 145mila euro

Disco verde della Giunta al progetto definitivo-esecutivo per l’annunciato intervento di riforestazione in tre diversi ambiti della città: bosco per l’Autodromo vicino al fiume Santerno, area industriale a Nord della ferrovia e zona Bretella (ai piedi della collina, in adiacenza all’asse attrezzato via della Costituzione - via della Solidarietà). L’importo presunto dei lavori, da portare avanti nel 2022, è stimato in oltre 145mila euro all’interno di un quadro economico complessivo di quasi 230mila euro.

Il via libera segue quello, risalente ormai a quasi un anno fa, con il quale il sindaco Marco Panieri e la sua squadra avevano approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica finalizzato alla presentazione della domanda di contributo annunciato alla fine del 2021 dal ministero della Transizione ecologica. Roma, a sua volta, aveva risposto positivamente alla candidatura avanzata dalla Città metropolitana di Bologna che, oltre a quello imolese, comprendeva anche altri progetti in provincia.

La riforestazione cittadina è comunque finalizzata alla "creazione di un’infrastruttura verde continua in sinergia con il sistema delle piste ciclo-pedonali, mettendo a sistema aree verdi" come "parchi urbani, giardini pubblici, filari di alberi, aree di riforestazione aree inutilizzate o di risulta del sistema viario", spiegano dal Comune. Il tutto con una "funzione ecologica", collegando cioè "elementi naturali, migliorando la qualità ambientale, la biodiversità della città – si legge nella delibera di Giunta – e contrastando il fenomeno di isola di calore". Non meno importanti sono poi la questione paesaggistica ("Connettendo gli spazi aperti di diversa natura") e la "connessione con gli spazi periurbani, integrando la campagna all’ambiente urbano, riducendo la frammentazione degli habitat".

La superficie totale interessata è di circa sei ettari (di cui 3,6 dedicati alla forestazione), con la messa a dimora di 4mila piante. L’idea è quella di creare dei veri e propri boschi per dare una copertura arborea pressoché totale, una volta che le piante saranno giunte a maturità. La parte del progetto che riguarda il circuito, e in particolare un’area pubblica vicino al fiume, in prossimità del ponte della ferrovia, attraversata dalla ciclovia del Santerno, ha permesso all’Enzo e Dino Ferrari di ottenere la prima stella per la sostenibilità. Ed è stata presentata dalle assessore Elisa Spada (Ambiente) ed Elena Penazzi (Autodromo) anche all’84esima sessione del Global Forum for road traffic safety che si è tenuta nei giorni scorsi a Ginevra.

Enrico Agnessi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?