Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Imola, si avvicina la cessione di Mercatone Uno

L'azienda: "Aggiudicazione dei compendi societari imminente. Garantito il mantenimento di adeguati livelli occupazionali"

Ultimo aggiornamento il 15 marzo 2018 alle 17:28
La sede imolese della Mercatone Uno

Imola, 15 marzo 2018 – Si avvicina il lieto fine, anche se parziale, per Mercatone Uno. I commissari straordinari del Gruppo (Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari) hanno incontrato oggi, al ministero dello Sviluppo Economico, i rappresentanti nazionali e territoriali delle organizzazioni sindacali e delle Regioni interessate.

“I commissari straordinari – si legge in una nota di Mercatone Uno –, a conclusione della lunga e complessa trattativa privata, seguita al ricevimento delle offerte vincolanti, hanno comunicato l'imminente presentazione, al comitato di sorveglianza e al Mise, dell'istanza di aggiudicazione dei compendi societari, che consentirà di garantire la continuità aziendale in un rilevante perimetro di punti di vendita e il mantenimento di adeguati livelli occupazionali”.

L'attività di Coen, Sgaravato e Tassinari “ha consentito in questi tre anni il mantenimento dell'attività d'impresa – aggiungono da Mercatone Uno –, indispensabile per arrivare alla cessione, senza fare ricorso a finanziamenti esterni o alla garanzia statale prevista per le procedure di amministrazione straordinaria. Tutto ciò grazie anche alla rinnovata fiducia dei fornitori e dei clienti e al grande senso di responsabilità dei lavoratori e dei loro rappresentanti”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.