Imola, 11 giugno 2018 – “Il Movimento 5 Stelle anche a questa tornata elettorale si è presentato da solo in tutti i comuni contro coalizioni di decine di liste. Ogni volta è un'impresa titanica. Vi annuncio fin da ora che nei prossimi giorni andrò a dare una mano ai nostri candidati perché è importantissimo rispondere a queste esigenze di cambiamento”. Così Luigi Di Maio, vicepremier nonché leader del Movimento pentastellato, all’indomani dei risultati delle amministrative.

Anche Imola, dove Di Maio è già stato nelle scorse settimane, la scelta del prossimo sindaco di passerà dal ballottaggio tra Carmen Cappello del centrosinistra (42%, con il Pd al 34,01%) e Manuela Sangiorgi del M5s (29,29%); più indietro Giuseppe Palazzolo del centrodestra (23,09%, con la Lega al 14,9% e Fi al 3,75%) e poi la sinistra guidata da Filippo Samachini (3,24%).

REAZIONI / Il centrosinistra non teme l'asse Cinque Stelle-Lega

VOTO_31703750_130217

Risultato che fa esultare Massimo Bugani, capogruppo grillino a Imola e componente dell'associazione Rousseau: è “un trionfo”, scrive su Facebook il 'colonnello' del M5s in Emilia-Romagna. Imola va al ballottaggio per la prima volta nella sua storia “perché mentre ci deridevano, noi stavamo costruendo qualcosa di importante. Il lavoro, il sudore e la caparbietà pagano sempre”.

Elezioni comunali, tutti i risultati

Sulle prospettive aperte dal ballottaggio, qualcosa Bugani la dice a margine di una commissione consiliare a Bologna. "Un passo alla volta", predica cautela il grillino, ammettendo però che “è facile immaginare una convergenza" con la Lega. Bugani ne parlerà con i pentastellati imolesi oggi pomeriggio: "Incontrerò i ragazzi per vedere come muoverci nei prossimi giorni". Di certo, se sul Santerno si dovesse replicare l'intesa nazionale con il Carroccio, per il M5s la strada si metterebbe in discesa guardando alle percentuali del primo turno. "Fra il nazionale e il locale ci sono mille equilibri e situazioni diverse - aggiunge Bugani - però avere a Imola una Lega che sicuramente è più predisposta a votare M5s per mandare a casa la dittatura Pd dopo 72 anni, è importante".

Intanto, la Sangiorgi ci crede. In un breve post, l’aspirante sindaco dei 5 stelle ringrazia gli elettori "per adesso", ma con un pensiero al ballottaggio che la vedrà opposta alla Cappello. "La via è tracciata, dovremo avere piedi a terra e nervi saldi. Statemi vicino e siate felici perché la lotta per il sogno continua. Viva il M5s e viva Imola", scrive sul suo profilo Facebook.