Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Elezioni a Imola (foto IsolaPress)

Imola, 25 giugno 2018 - Una maggioranza monocolore con 15 consiglieri comunali del M5s. Un’opposizione variegata, invece, con 6 esponenti del Pd, 2 della Lega e l’ormai ex candidato sindaco del centrodestra, Giuseppe Palazzolo. Eccola la composizione del prossimo Consiglio comunale. Al di là del sindaco e dei componenti della Giunta, saranno in totale 24 (15 contro 9), lo stesso numero del 2013, a occupare i banchi dell’Aula di piazza Matteotti.

La vittoria di Manuela Sangiorgi (FOTO), candidata sindaco del M5s, spalanca le porte (almeno sulla carta) a Patrik Cavina, Stefania Chiappe, Simone Righini, Stefano Buscaroli, Ezio Roi, Massimo Vasselli, Lorenza D’Amato, Valerio Giovetti, Fabrizio Favilli, Ermete Guerrini, Andrea Cerulli, Umberto Mingotti, Elena Piancastelli, Annalisa Roda e Fabiano Cavina. Sono loro, infatti, i grillini più votati del primo turno del 10 giugno. Attenzione però: i primi quattro o cinque della lista (sicuramente Cavina e Roi) sono destinati a essere premiati con un incarico nella squadra di governo. E dunque al loro posto entrerebbero i primi dei non eletti.

Quanto ai banchi dell’opposizione, in seguito alla vittoria del M5s il centrosinistra esprime solo sei consiglieri comunali: assieme alla Cappello (ammesso che non rinunci al seggio lasciandolo a Marcello Tarozzi), entrano nell’Aula di piazza Matteotti i cinque Dem Fabrizio Castellari, Marco Panieri, Roberto Visani, Giacomo Gambi e Daniela Spadoni. Due, come si diceva all’inizio, i leghisti, che invece in caso di vittoria del centrosinistra avrebbero portato in Consiglio comunale un rappresentante in più. Per il Carroccio ce la fanno Simone Carapia (consigliere comunale uscente) e Daniele Marchetti (già consigliere regionale). A completare il quadro, il già citato Palazzolo, che fa il suo rientro nell’Aula di piazza Matteotti dopo cinque anni di assenza.

e. a.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.