Imola, 25 giugno 2018 - Una maggioranza monocolore con 15 consiglieri comunali del M5s. Un’opposizione variegata, invece, con 6 esponenti del Pd, 2 della Lega e l’ormai ex candidato sindaco del centrodestra, Giuseppe Palazzolo. Eccola la composizione del prossimo Consiglio comunale. Al di là del sindaco e dei componenti della Giunta, saranno in totale 24 (15 contro 9), lo stesso numero del 2013, a occupare i banchi dell’Aula di piazza Matteotti.

La vittoria di Manuela Sangiorgi (FOTO), candidata sindaco del M5s, spalanca le porte (almeno sulla carta) a Patrik Cavina, Stefania Chiappe, Simone Righini, Stefano Buscaroli, Ezio Roi, Massimo Vasselli, Lorenza D’Amato, Valerio Giovetti, Fabrizio Favilli, Ermete Guerrini, Andrea Cerulli, Umberto Mingotti, Elena Piancastelli, Annalisa Roda e Fabiano Cavina. Sono loro, infatti, i grillini più votati del primo turno del 10 giugno. Attenzione però: i primi quattro o cinque della lista (sicuramente Cavina e Roi) sono destinati a essere premiati con un incarico nella squadra di governo. E dunque al loro posto entrerebbero i primi dei non eletti.

Quanto ai banchi dell’opposizione, in seguito alla vittoria del M5s il centrosinistra esprime solo sei consiglieri comunali: assieme alla Cappello (ammesso che non rinunci al seggio lasciandolo a Marcello Tarozzi), entrano nell’Aula di piazza Matteotti i cinque Dem Fabrizio Castellari, Marco Panieri, Roberto Visani, Giacomo Gambi e Daniela Spadoni. Due, come si diceva all’inizio, i leghisti, che invece in caso di vittoria del centrosinistra avrebbero portato in Consiglio comunale un rappresentante in più. Per il Carroccio ce la fanno Simone Carapia (consigliere comunale uscente) e Daniele Marchetti (già consigliere regionale). A completare il quadro, il già citato Palazzolo, che fa il suo rientro nell’Aula di piazza Matteotti dopo cinque anni di assenza.

e. a.