Fabrizio Favilli, 37 anni, imprenditore
Fabrizio Favilli, 37 anni, imprenditore

Imola, 5 giugno 2018 – Per gli ultimi metri di campagna elettorale il M5s si affida alle bracciate di Domenico Fioravanti. L’ex nuotatore, vincitore di due medaglie d’oro a Sydney 2000, è infatti atteso oggi alle 18.30 (ingresso libero) negli spazi esterni della piscina comunale all’aperto del Ruggi per un’iniziativa dedicata al mondo dello sport. Assieme a Fioravanti, alla candidata sindaco del M5S, Manuela Sangiorgi, e al capolista grillino, Patrik Cavina, sarà presente anche il motociclista Alex De Angelis. Nell’occasione, sarà svelato anche a chi, in caso di vittoria pentastellata alle amministrative (domenica il primo turno, eventuale ballottaggio il 24), in Giunta si occuperebbe di Sport e Autodromo.

Il nome è quello di Fabrizio Favilli, 37enne anni, imprenditore e fondatore di una società cestistica imolese. «Ho dato la mia disponibilità, ma sono pronto anche a fare il semplice consigliere comunale», frena il diretto interessato, già nella lista dei candidati del M5s per l’Aula di piazza Matteotti. Al di là delle dichiarazioni ufficiali, però, Favilli qualche idea da aspirante assessore pare già averla. A partire dalla questione palasport, tornata al centro del dibattito politico dopo che nei giorni scorsi il Pd, per bocca di Marco Panieri, ha aperto alla costruzione di una nuova struttura nei pressi del casello della A14. «Ma non l’hanno neanche inserito nel loro programma – protesta il candidato del M5s rivolto al Partitone –. E questo è indice di poca serietà. Inoltre Imola non ha bisogno di una struttura statica come quella di Faenza, né di qualcosa che faccia concorrenza all’Unipol Arena di Bologna. Serve uno spazio dinamico che, anche se più costoso, possa ospitare non solo il basket ma eventi ‘multisala’. La posizione? Vicino all’autostrada può andar bene, ma pensiamo anche ad altri posti nei quali costruirlo».

Contestano anche le fonti di finanziamento ipotizzate dal Pd per la realizzazione della struttura (l’idea è quella di usare anche le azioni Hera), invece, dal centrodestra. «Prendiamo atto delle profonde differenze che esistono tra il libero battitore Panieri e il Pd – manda a dire il candidato sindaco della coalizione di centrodestra, Giuseppe Palazzolo –, visto che nel loro programma elettorale non c’è nulla di tutto questo. Nel loro capitolo sullo sport non viene citato il palazzetto e nemmeno l’utilizzo di azioni Hera per recuperare risorse per gli impianti sportivi».

Mariacristina Mazzieri, candidata di ‘Focus per Imola’, aggiunge: «Panieri ha scardinato la politica del Pd degli ultimi 20 anni. Assolutamente imbattibile. Dismettere le azioni Hera? Ma si rende conto di aver violato il più grande tabù di tutti i sindaci della ex maggioranza? Le azioni non si toccano, dice il Pd, non servono certo per fare palazzetti». Detto questo, Mazzieri conferma la volontà del centrodestra di portare avanti il progetto palasport: «Ma non per forza vicino al casello – conclude la civica –. Abbiamo un’area vocata allo sport tra la piscina, l’autodromo, lo stadio, il tennis e il parco delle Acque. Verifichiamo dove sia meglio».