Imola, 2 luglio 2018 - "Cosa si aspetta dalla nuova sindaca grillina Manuela Sangiorgi?". E’ la domanda posta ai cittadini di Imola incontrati in questi giorni nel centro della città, nella centralissima piazza Matteotti, dove spicca il palazzo comunale, e nei suoi pressi. Tuttavia Imola, nonostante l’epocale debacle del Pd che governava questo comune da 73 anni e che ha perso al ballottaggio, pare tranquilla. Nel centro sono stati allestiti alcuni palcoscenici, i tecnici stanno provando gli impianti audio, dove si esibiranno poi alla sera gruppi musicali. Gruppi di persone affollano i bar intenti nel gustare i vari aperitivi.

"Al nuovo sindaco – sentenzia un signore che vuole rimanere rigorosamente nell’anonimato e che non si presta neppure per lo scatto fotografico – chiedo di portare la nostra città in Romagna e di combattere la sudditanza da Bologna. Questo deve essere il primo obiettivo. Gli imolesi non hanno nulla a che vedere con il capoluogo emiliano. Abbiamo perso il tribunale e la sanità scricchiola visto che c’è la voce che saremo inglobati con le reti sanitarie bolognesi".

IMOLA BALLOTTAGGIO_32031810_013556

A parere di Elisa Andreetto, torinese di origine ma che qui ha trovato famiglia e lavoro "il nuovo sindaco si dovrà dare da fare, in particolar modo per i giovani. Finora – spiega – per loro si è fatto pochissimo; non vengono organizzate attività a loro dedicate e non ci sono spazi adeguati dove possano divertirsi. Tanto che molti sono costretti ad andare nelle città vicine per trovare un modo di trascorrere il tempo libero".

 Alessandra Dall’Olio, invece, spazia su più argomenti. "Il sindaco – afferma – dovrà occuparsi in primis della gestione dei rifiuti e di rivedere i ruoli del personale del palazzo e dintorni. Non si deve dimenticare, poi, del sociale, ovvero dei nostri anziani. Che vediamo spesso frugare nei cassonetti dell’immondizia. E ancora deve impiegare gli extracomunitari nei lavori socialmente utili". A parere di Lorenzo Vignini e Vincenzo Roscigno, una delle priorità è quella dei giovani; quindi il primo cittadino si dovrebbe occupare di coinvolgerli attivamente. 

LEGGI ANCHE Ha vinto Manuela Sangiorgi

"La sicurezza – sottolineano i ragazzi – deve essere in primo piano; tanti furti si registrano in città come nel quartiere Zolino; il nuovo sindaco dovrebbe anche riportare, Monza permettendo, il circuito di Imola nel tempio della Formula Uno".

"Dare la possibilità di partecipare al governo a forze non politiche – commenta Luca Ulcigrai – può essere positivo, anche se in Italia abbiamo avuto esempi contrari". Luca Palermino giudica positivamente l’elezione della Sangiorgi, "che – dice – potrebbe portare alla città un nuovo impulso".

Albino Mattace Raso non ha nulla da chiedere, ma aspetta almeno i primi mesi di mandato per dare un giudizio sull’operato del nuovo sindaco. "Attendiamo che inizi a lavorare – afferma – e poi giudicheremo". Silvana Piras, infine, auspica che la Sangiorgi possa fare bene in particolare per i giovani, che altri non sono che il futuro di Imola. "Si respira – aggiunge la signora – aria di cambiamento. Speriamo allora che le cose cambino e che si vedano gli effetti positivi sulla nostra comunità".