Guns N' Roses a Imola, il gruppo conquista l'Autodromo
Guns N' Roses a Imola, il gruppo conquista l'Autodromo

Imola, 10 giugno 2017 - Il loro ritorno in Italia nella formazione originaria (quella che li ha resi celebri oltre due decadi fa) era atteso dall’inizio degli anni Novanta. E i Guns N’ Roses, questa sera all’Autodromo di Imola, di certo non hanno deluso le aspettative degli 85mila fan che come previsto hanno gremito fin dal mattino, dopo essersi sottoposti a rigidi controlli di sicurezza, il paddock dell’Enzo e Dino Ferrari.

FANS_23340839_135850
L’area dello show, ai piedi della collina Rivazza, protetta dalle barriere jersey antisfondamento, si è incendiata già dalla sigla dei Looney Tunes, il motivetto scanzonato dei cartoni animati con il quale la band di Axl Rose, Slash e Duff McKagan ha deciso di aprire la parte europea di questo 'Not in this lifetime tour', che ha vissuto proprio in riva al Santerno la sua unica tappa italiana.

CONCERTOGUNS_23359161_213209

Poi, dopo l'inizio sulle note di 'It's So Easy', dal primo disco annata '86 'Appetite for destruction', è stato un alternarsi di hit celebri, conosciute anche dai non fedelissimi ('Welcome to the Jungle' e 'Sweet Child O’ Mine' su tutti), e pezzi storici, quelli grazie ai quali negli anni Novanta i Guns N’ Roses hanno scalato le classifiche di vendita mondiali. Immancabili le cover di brani mitici, altro marchio di fabbrica della band: è il caso di 'Knockin' on Heaven's Door', nota soprattutto tra i giovani più per la reinterpretazione di Axl Rose che non nella versione originale di Bob Dylan.

Insomma, a due anni di distanza dal concerto in Autodromo degli AC/DC, altra band leggendaria del panorama internazionale che ha riportato il rock in riva al Santerno dopo i fasti dell’Heineken Jammin’ Festival, Imola si regala una nuova serata da incorniciare.