Imola (Bologna), 1° novembre 2020 – ll trionfo della Mercedes (vittoria del mondiale costruttori), con Lewis Hamilton primo e Valtteri Bottas secondo, saluta il ritorno della Formula 1 all’Autodromo di Imola.

Una gara emozionante (leggi la cronaca completa della corsa), nonostante l’assenza di pubblico per l’emergenza sanitaria, che riaccende le speranze dell’Enzo e Dino Ferrari di poter ospitare il Gp anche in futuro. Fuori dal tracciato, come già accaduto ieri, anche oggi tanti appassionati hanno cercato di sbirciare quanto accadeva all’interno del circuito. Da registrare la protesta dei lavoratori della cooperativa Cefla, preoccupati per la cessione di una delle divisioni dell’azienda.

false

All'inizio della gara le note dell’inno di Mameli hanno risuonato fra la Tosa e la Rivazza (video), mentre la curva del Tamburello era irragiungibile a causa dei nuovi divieti anti-assembramento. A cantare è stato il trio del Volo che ha lanciato la partenza del Gp dell’Emilia Romagna all’insegna del tricolore. Subito dopo è stata la volta dei caccia Eurofighter, che hannio sorvolato due volte il rettilineo. Tutti con gli occhi all’insù gli imolesi in diversi punti della città. Da viale Dante si è alzato poi il rombo della monoposto che sono scattate sotto la linea di partenza.

Dopo la ‘prima’ di ieri, dedicata a prove libere e qualifiche, oggi la gara attesa 14 anni (ecco la griglia di partenza). L’ultima bandiera a scacchi è datata infatti 2006. E venne sventolata davanti a Michael Schumacher su Ferrari.

Per approfondire Formula 1 Imola, il pubblico fuori dal tracciato - Gp di Imola, tante emozioni - Ayrton Senna nello striscione gigante. Imola non scorda il suo campione

false