di Giovanni Poggi Migliore difesa del girone (con un solo gol subito), assieme a Reggiana e Cesena, e una striscia di quattro risultati utili consecutivi, frutto di due vittorie e altrettanti pareggi. Ci arriva così, l’Imolese di Fontana, alla sfida contro il Pontedera (alle 21) che, dopo le prime cinque giornate, ha gli stessi punti dei rossoblù, otto, e lo stesso score: due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. Ma se i toscani in casa hanno già trionfato due volte, nei derby contro Pistoiese e Montevarchi, all’Imolese manca ancora il successo davanti ai suoi tifosi:...

di Giovanni Poggi

Migliore difesa del girone (con un solo gol subito), assieme a Reggiana e Cesena, e una striscia di quattro risultati utili consecutivi, frutto di due vittorie e altrettanti pareggi. Ci arriva così, l’Imolese di Fontana, alla sfida contro il Pontedera (alle 21) che, dopo le prime cinque giornate, ha gli stessi punti dei rossoblù, otto, e lo stesso score: due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. Ma se i toscani in casa hanno già trionfato due volte, nei derby contro Pistoiese e Montevarchi, all’Imolese manca ancora il successo davanti ai suoi tifosi: tralasciando il 2-1 in coppa sulla Carrarese di un mese fa, l’ultima vittoria in campionato risale al 25 aprile, 1-0 sul Gubbio alla penultima giornata. Forse è questo l’unico neo di un inizio di stagione esaltante, che ha lanciato l’Imolese tra le prime otto del girone, a giocarsi quello che potrebbe essere già una sorta di scontro diretto.

"E’ un campionato strano, ancora gli equilibri delle squadre devono maturare e venire fuori, alcune sono più avanti a livello di forma, altre in ritardo: noi stiamo andando oltre le aspettative iniziali, cercando di annullare il gap attraverso lavoro, dedizione e concentrazione, mezzi necessari per rimanere lontano dai guai – ha dichiarato mister Gaetano Fontana, centellinando l’entusiasmo del successo di Teramo –. Il Pontedera sta facendo lo stesso, grazie a un lavoro certosino che ha portato punti meritati e importanti. Abbiamo le stesse loro ambizioni, quindi sappiamo bene qual è il valore della posta in palio, per questo ci aspetta una gara dura e tosta. Affronteremo un avversario attrezzato e di qualità: il giusto mix di giovani ed esperti. I punti che hanno in questo momento in classifica non sono frutto del caso, ma di una programmazione e di un’attitudine societaria che porta risultati da tempo".

Per la gara di stasera qualcosa cambierà, viste le tante energie spese quattro giorni fa al Bonolis e l’imminente trasferta di sabato sul campo dell’Ancona Matelica. "Sicuramente faremo turnover. Avremo bisogno di giocatori freschi, motivati, con voglia di incidere, per cui valuteremo chi ruotare in ogni zona del campo, per cercare di distribuire al meglio le energie e senza forzare la mano su alcuni elementi, perché sarebbe un delitto, e non possiamo permetterci di correre questo rischio".

L’Imolese annuncia il rinnovo di Matteo Angeli. Il difensore, nato a Cuneo il 30 dicembre 2002, si è guadagnato a suon di convincenti prestazioni la conferma per le prossime tre stagioni.

Le altre gare: Entella-Olbia, Montevarchi-Siena, Viterbese-Vis, Lucchese-Teramo, Cesena-Modena, Fermana-Grosseto, Gubbio-Pescara, Reggiana-Carrarese, Pistoiese-Ancona.

La classifica: Pescara, Reggiana, Cesena 11, Ancona Matelica 10, Gubbio, Virtus Entella 9, Pontedera, Siena, Imolese 8, Carrarese 7, Lucchese, Modena, Olbia, Montevarchi 6, Vis Pesaro 5, Pistoiese, Grosseto 4, Viterbese, Teramo 2, Fermana 1.