Folla in autodromo per il mondiale di motocross
Folla in autodromo per il mondiale di motocross

Imola, 1 ottobre 2018 -  Se la prima era stata buona, la seconda giornata del Mondiale di motocross in Autodromo è da incorniciare. Nonostante i titoli iridati fossero già stati assegnati sia in MxGp che in Mx2, e il forfait all’ultimo minuto dell’acclamatissimo Tony Cairoli, migliaia di spettatori hanno infatti invaso fin da ieri mattina l’arena ricavata nel paddock 2. E sono state 35.240, secondo gli organizzatori, le presenze nel circuito tra sabato e domenica.

Un grande spettacolo a cui hanno contribuito in maniera determinante la suggestiva location, un tracciato tecnico e spettacolare (ideato e costruito da Franco Ercoletti, presidente del Moto Club Monte Coralli, e da Armando Dazzi) che ha permesso agli spettatori (piene le tribune montate ad hoc per l’occasione e affollata pure la Rivazza) di godere di una vista pressoché totale del tracciato.

MXGP_33999361_152019

«E’ stato un weekend eccezionale, le gare sono state incredibili e l’atmosfera unica – commenta Giuseppe Luongo, presidente di Youthstream, società organizzatrice del mondiale –. Siamo molto soddisfatti dell’organizzazione e estremamente orgogliosi di avere MxGp nel ‘tempio dei motori’. La collaborazione fra Imola e Youthstream è stata fantastica. Siamo stati capaci di costruire una base solida per un futuro lungo e luminoso insieme».

Evidentemente  soddisfatto anche Uberto Selvatico Estense. «E’ stato un evento spettacolare. La realizzazione di una manifestazione sportiva di tale portata è stata determinata dall’audacia e dalla tenacia di un squadra compatta e unita nel perseguimento di tale risultato», osserva il presidente di Formula Imola ringraziando tutti gli attori coinvolti nell’organizzazione dell’evento. «Per vedere cosa accadrà in proseguo, non ci poteva essere miglior inizio – aggiunge –. Chi c’era, ricorderà per sempre le immagini stagliate nel cielo dei grandi campioni del motocross sullo sfondo del mitico circuito Enzo e Dino Ferrari. Chi non c’era, si attrezzi per non perdersi il prossimo episodio».

image

Un successo a 360 gradi, insomma, quello del Gp d’Italia riservato alle ruote artigliate. Capace di unire, almeno per una volta, anche i commenti della politica. Se da un lato la sindaca Manuela Sangiorgi, dopo aver premiato la neo campionessa del mondo Kiara Fontanesi, si è infatti complimentata personalmente con gli organizzatori per la buona riuscita della manifestazione, dall’altra anche il Pd plaude al ritorno del motocross internazionale a Imola a distanza di 70 anni dall’esordio. «Desidero ringraziare lo staff dell’Autodromo e le forze dell’ordine per l’ennesima bella prova di efficienza e organizzazione dimostrata – afferma il capogruppo Marco Panieri –. Uno storico ritorno per il motocross nel nostro territorio che ha portato una ventata di energia e ha valorizzato le potenzialità del nostro impianto».