Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
5 lug 2022
luca monduzzi
Sport
5 lug 2022

Ranuzzi: "Andrea Costa, che bello ritrovarti"

Ufficiale l’ingaggio dell’ala, già in biancorosso nel 20162017. Decisivo il ruolo di Grandi: "Curioso di avere un amico come coach"

5 lug 2022
luca monduzzi
Sport
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17
Alex Ranuzzi, classe 1986: ha giocato all’Andrea Costa in A2 nel 2016-17

di Luca Monduzzi

Il ritorno di Alex Ranuzzi in maglia Andrea Costa è ufficiale. La società ha annunciato ieri l’ingaggio dell’ala classe 1986 che rivestirà la canotta biancorossa dopo la stagione in serie A2 nel 20162017. Dopo l’annata in biancorosso per Ranuzzi ci sono state le esperienze a Scafati, Latina e Caserta prima di tre stagioni a Cento, portata dalla B alla serie A2. Adesso il contratto biennale con i biancorossi, voluto dal coetaneo coach Federico Grandi che proverà a sfruttare la sua abilità nel tiro da fuori per provare a dare maggiore duttilità e peso in attacco a questa nuova Andrea Costa.

"Sono un giocatore più maturo, sicuramente con alcuni anni di esperienza in più, più concentrato e più motivato – si racconta l’ala bolognese, nel frattempo diventato padre della piccola Eva da circa un anno – e sono molto contento di tornare all’Andrea Costa. Il rapporto con coach Federico Grandi ha senza dubbio influito nella scelta, così come l’anno passato a Imola in cui ho costruito dei buonissimi rapporti in una piazza fantastica. E poi avevo il desiderio di stare vicino a cansa e iniziare a mettere le basi per il futuro. Senza dimenticare la determinazione del direttore sportivo Alessandro Domenicali nel volermi".

Ha pesato nella scelta la presenza di coach Grandi, con cui ha condiviso gli anni in gioventù al Gira Ozzano. "Sarà un’esperienza nuova essere allenato da un amico, non so cosa aspettarmi. Cercheremo di sfruttare il nostro rapporto e le nostre competenze per dare una mano alla squadra. E poi sono curioso di giocare con Nunzio (Corcelli ndr). Io e lui abbiamo sempre fatto tanti tornei estivi ma ci mancava disputare un campionato assieme". Sul campo coach Grandi gli chiederà di giocare da ala grande, cosa che già a Imola gli chiese coach Giampiero Ticchi, soprattutto a causa dei problemi fisici del pivot Borra che portò Ranuzzi a giostrare tanto sotto canestro. "Giocare da quattro in serie B sarà diverso, anche se non la gioco da due anni, ma non c’è la stessa fisicità dell’A2 dove a volte potevi incrociarti con un americano. L’anno di Ticchi fu molto importante per me, feci una stagione strepitosa con il gioco a triangolo che sembrava fatto per me. Fu una stagione sfortunata, gli infortuni e qualche sconfitta al fotofinish influì negativamente ma eravamo un bel gruppo. E mi porto dietro la vittoria nello spareggio con Forlì che ci diede la salvezza. Ecco, vorrei rivedere un PalaRuggi così pieno".

Dopo Ranuzzi l’Andrea Costa conta di chiudere con la conferma di Carlo Trentin e Luca Fazzi. Difficile ce ne siano altre, visto che William Wiltshire ha firmato con Crema e pure Nicola Calabrese è tentato da altre sirene. Lontano anche Alessandro Vigori, con le parti distanti tra domanda e offerta, mentre ieri Ancona ha annunciato l’ingaggio di Tommaso Carnovali.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?