Superbike Imola 2019, bellezze sotto l'ombrellino (Foto Isolapress)
Superbike Imola 2019, bellezze sotto l'ombrellino (Foto Isolapress)

Imola (Bologna), 11 maggio 2019 - Già tanto pubblico sulle tribune (in linea con le presenze registrate nel recente passato) e l’inaspettato ritorno di Jonathan Rea su Kawasaki, protagonista assoluto in Autodromo nel 2018. Il venerdì imolese targato Superbike, baciato dal sole, va in archivio lasciando in eredità agli appassionati almeno una parte delle sensazioni già vissute un anno fa. Il viavai nel paddock, discretamente affollato pure il giorno prima, in occasione della tradizionale apertura gratuita al pubblico, è buono. Nelle prime due sessioni di prove cronometrate il più veloce è appunto Rea davanti alle Ducati di Chaz Davies. Solo quarto il leader del mondiale, Alvaro Bautista (altro alfiere del team di Borgo Panigale), che ha dimostrato di non aver assorbito ancora le difficoltà tecniche di un tracciato poco conosciuto.

AGGIORNAMENTO Com'è andata gara-1

Da oggi il weekend entra nel vivo con Superpole (alle 11) e Gara 1 (alle 14), che sarà preceduta da un’esibizione delle moto elettriche progettate e costruite dagli studenti delle Università di Bologna e Modena-Reggio Emila. Le previsioni meteo per questo sabato mondiale sono buone. Decisamente più complicate, invece, quelle di domani, quando sono in programma la Superpole Race e Gara 2, e l’attesa pioggia potrebbe scombussolare i piani di tutti; anche delle migliaia di spettatori attesi in riva al Santerno, dove l’obiettivo è quello di bissare le oltre 76mila presenze, nei tre giorni, dello scorso anno.

Al round di Imola saranno presenti come ospiti alcuni sportivi di fama internazionale, grandi appassionati delle competizioni a due ruote. Primo fra tutti Ivan Zaytsev, fuoriclasse della pallavolo, idolo dei tifosi non solo italiani. Classe 1988, quest’anno lo Zar ha disputato il campionato fra le fila del Modena Volley e si appresta con la Nazionale a prendere parte al torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, agli Europei e alla Coppa del Mondo. Altro atleta di fama mondiale l’irlandese Sam Bennett. Il ciclista del Team Bora Hansgrohe ha un legame particolare con Imola, avendo vinto in volata la tappa del Giro d’Italia 2018 conclusasi sul rettilineo dell’Autodromo.

Tra gli eventi collaterali, da segnalare che l’altra sera il quattro volte campione del mondo Rea ha presentato in anteprima a Imola la sua autobiografia ‘In Testa’. Il preambolo alle pieghe, che lo vedranno impegnato ancora oggi e domani sulle rive del Santerno, ha avuto come box l’auditorium della sede imolese di Confartigianato, location ormai divenuta abituale per la presentazione dei libri riguardanti le due ruote. Al fianco del protagonista, Sergio Sangiorgi, vicesegretario di Confartigianato Bologna Metropolitana, la sindaca Manuela Sangiorgi, il direttore dell’Autodromo, Roberto Marazzi, l’avvocato Carlo Costa e l’editore del libro nella versione italiana, Paolo Gozzi. «Il rombo dei motori e la vista dei bolidi in pista costruiti con precisione ‘da artigiani’ ci emozionano ogni volta e ci ricordano quanto sia importante il saper fare bene», ha commentato il vicesegretario di Confartigianato Bologna Metropolitana.