Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Zappi: "Andrea Costa, ora serve l’ultimo passo"

Il vice allenatore guarda con fiducia alla conquista dei playoff: "Un successo contro Ancona è fondamentale"

Da sinistra il tecnico Federico Grandi e il vice allenatore Mauro Zappi (Alive)
Da sinistra il tecnico Federico Grandi e il vice allenatore Mauro Zappi (Alive)
Da sinistra il tecnico Federico Grandi e il vice allenatore Mauro Zappi (Alive)

Ancora una vittoria, un ultimo sforzo, prima di potere festeggiare il traguardo playoff che tutto il gruppo Andrea Costa merita e vuole dopo una stagione vissuta sempre ad alto livello. Lo sa bene anche il vice allenatore Mauro Zappi, desideroso di chiudere i conti domenica con Ancona.

"Purtroppo tutto quello che abbiamo fatto finora non è bastato per assicurarci già i playoff – osserva –, a conferma della durezza del nostro girone dove si rischia di restarne fuori con 34 punti mentre negli altri gironi sei già dentro con 30 o 32 punti. Questo sottolinea ancora di più quanto sia stato clamorosamente positivo il nostro percorso finora e deve darci la forza per fare domenica l’ultimo passo vincendo contro Ancona. Sappiamo che non sarà facile perché incontriamo la squadra che forse è la più in forma al momento, reduce dalle vittorie con Rimini e Roseto, nonché quella che difende meglio, però ci siamo creati le condizioni per avere un matchball in casa nostra". Una lotta estrema nel girone C per i playoff a cui ha fatto da contraltare una salvezza conquistata in maniera apparentemente più semplice.

"Negli altri gironi non ci sono tre squadre con pochi punti come da noi sono Montegranaro, Giulianova e Civitanova, segno che si è livellata verso l’alto la fascia media e la differenza tra le prime otto e la zona calda è sempre stata netta. Questo ha aiutato anche noi: avendo messo presto fieno in cascina, a gennaio abbiamo affrontato senza troppa pressione il nostro periodo più duro e quelle tre sconfitte di fila".

Da imolese, il vice Zappi apprezza ancora di più il contributo dei ragazzi più giovani alla causa. "È stato bello in questa stagione ritrovare chi come Calabrese o Wiltshire avevo visto da bambini e adesso giocare da protagonisti. O il bel percorso di Fazzi che da dodicesimo lo scorso ha trovato sempre più spazio fino a poter contare su di lui anche nei momenti decisivi, come domenica. Merito loro, merito dei senior che li hanno aiutati e magari anche un po’ merito nostro come staff".

Zappi rende merito anche a chi, come Vigori, è apparso forse quello più in difficoltà.

"Anche lui è un’altra bella sorpresa. Non dimentichiamoci che è reduce da due grossi infortuni alle ginocchia e non è facile giocare a casa sua dove ha tante aspettative. Su di lui c’erano dubbi legati alla sua condizione che ha spazzato via e si è meritato di disputare un’intera stagione senza problemi, al di là della partita negativa o meno con Ozzano". E contro Ancona coach Zappi si augura di avere sugli spalti lo stesso calore di domenica scorsa: "Il palazzetto pieno al 100 per cento è stata una bella energia – chiude – con la tifoseria che ci ha trasportato. Sappiamo quanto paga l’effetto PalaRuggi e quanto ci è mancato in questi due anni".

Luca Monduzzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?