Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Aperitivi e non solo, a Macerata torna la Festa dell’Europa

Dopo due anni di stop, riparte la rassegna. Caldarelli: "Ci siamo mossi in ritardo per la pandemia, ma abbiamo fatto un buon lavoro"

chiara sentimenti
Cosa Fare
Torna la settimana prossima la Festa dell’Europa: gli aperitivi internazionali saranno il piatto forte dell’iniziativa che, quest’anno, coinvolgerà anche le associazioni sportive. A destra gli assessori Laura Laviano, Marco Caldarelli, Riccardo Sacchi e Katiuscia Cassetta (foto Pierpaolo Calavita)
Torna la settimana prossima la Festa dell’Europa con gli aperitivi internazionali

Macerata, 7 maggio 2022 - "Siamo partiti all’ultimo momento per via dell’andamento della situazione pandemica, ma crediamo di aver fatto un buon lavoro. Speriamo davvero che sia un momento di riapertura, di ripartenza, di respiro per la città e le attività. Ci auguriamo che ci sia un’ampia partecipazione, gioiosa e responsabile". A invitare alla "Festa dell’Europa" che colorerà Macerata per tutta la prossima settimana, è l’assessore Marco Caldarelli che, insieme ai colleghi di giunta Laura Laviano, Katiuscia Cassetta e Riccardo Sacchi, ha presentato l’appuntamento della seconda settimana di maggio che torna dopo due di anni di stop. "Una festa di popolo", come l’ha definita Sacchi, rinnovata nella veste grafica e nei contenuti con una partecipazione delle scuole, delle società sportive, l’apertura dei musei e della torre civica sabato prossimo fino alle 23, musica, flash mob e sbandieratori. La festa si aprirà lunedì con due incontri, alle 10 alla biblioteca Mozzi Borgetti con il progetto "Goals" e alle 12 con la tavola rotonda sul tema "Presente e futuro giovane". Il programma prevede, oltre al contest "L’Europa per me" rivolto ai giovani tra 11 e 19 anni chiamati a realizzare un elaborato che rappresenti la loro visione dell’UE in modo creativo, l’apertura dello stand "Casa Europa" in piazza della Libertà (da mercoledì alle 19) e una serie di attività che vanno dai giochi alla proiezione di film in lingua (mercoledì alle 21 al cinema Italia), dai dibattiti pubblici e tavole rotonde su temi dell’integrazione pace e dialogo interculturale a flash mob (venerdì alle 19) con cori e scuole di musica maceratesi come la Birbanda, la Scuola civica Stefano Scodanibbio e la Banda Salvadei e uno spettacolo a cura degli sbandieratori della contrada Pila di Fermo (sabato alle 20). Sabato 14 maggio, dalle 15 alle 22 ai giardini Diaz, spazi dedicati ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?