Macerata, 3 settembre 2018 - Piazze, vicoli, vie del centro saranno invasi da più di 50 artisti tra funamboli, acrobati, giocolieri, cabarettisti e artisti di strada che coinvolgeranno il pubblico nelle loro coloratissime performance. Artemigrante, il Festival di circo contemporaneo ha già preso il via il 30 agosto con gli spettacoli all’interno dello chapiteau El Grito in piazza Vittorio Veneto e ha fatto registrare nel fine settimana oltre 900 spettatori.

Da mercoledì gli appuntamenti, organizzati da Marco Cecchetti con il supporto del circo El Grito e che fondono tradizione e innovazione, ripartono alle 21, sotto il tendone in piazza Vittorio Veneto, con ‘L’uomo calamita’, un work in progress ideato da Giacomo Costantini del circo El Grito, Wu Ming 2 e le musiche di Fabrizio Baioni, mentre giovedì torna Teatro necessario con ‘Clown in libertà’.

Gli appuntamenti si allargano da venerdì a palazzo Conventati con l’arte di Lucas Zileti a il suo ‘Alt Pong’ e la Coppella Theatre nel cortile del Comune. Dopo sei anni torna anche Miriam, la donna barbuta (venerdì e sabato alle 21 in piazza San Filippo), e il ‘gentiluomo’ Gianluca Gerlando (venerdì e sabato alle 21.30 in piazza della Libertà). Gli artisti del circo El Grito saranno protagonisti sotto il tendone di piazza Vittorio Veneto con ‘Johann Sebastian Circus’ venerdì e sabato alle 21.

Domenica gli appuntamenti partiranno già alle 18 in piazza della Libertà con il duo de La Sbrindola, inedito incontro tra un giocoliere e un batterista, mentre alle 18.30 nel cortile di palazzo Conventati Lucas Zileti proporrà il suo spettacolo di giocoleria, musica e ping pong. La chiusura del festival, domenica alle 22, sarà affidata al Gran galà presentato da Piero Massimo Macchini. Tutto il programma sul sito www.comune.macerata.it www.artemigrante.com.