Macerata, 14 marzo 2018 - Opera ma non solo, anche dj-set, valzer, campeggio in tenda e servizio catering durante gli spettacoli. Sono solo alcune delle novità del Macerata Opera Festival, che vedrà protagonisti Il flauto magico di Mozart (20 e 29 luglio, 4 e 12 agosto), L’Elisir d’amore di Donizetti (21 e 27 luglio, 5 e 10 agosto) e La Traviata di Verdi (22 e 28 luglio, 3 e 11 agosto). Non mancherà l’appuntamento con la Notte dell’Opera, prevista per il 2 agosto: la città si vestirà di verde per una serata e ogni opera abiterà una delle tre piazze principali del centro storico con il bosco incantato di Papageno, la spiaggia del bar Adina, il gioco di specchi di Violetta. Ma ci sarà anche il ritorno della danza con Eleonora Abbagnato e gli appuntamenti con Capossela, Gazzè, Francesco Micheli con Elio e la Traviata di Lella Costa.

Presentato oggi il programma ufficiale del Mof 2018 sotto il segno del tema #verdesperanza, realizzato dal sovrintendente Luciano Messi, dalla direttrice artistica Barbara Minghetti e dal direttore musicale Francesco Lanzillotta e a cui hanno lavorato insieme da ottobre.

Dal 20 luglio al 12 agosto un calendario extra operistico accompagnerà le tradizionali date degli spettacoli. Nascono così i «Martedì Crossover», i «Mercoledì Contemporanea» e i «Giovedì AltraOpera».

«Martedì Crossover»: il 24 luglio primo ospite dell’arena sarà Vinicio Capossela con l’Orchestra Filarmonica Toscanini diretta da Stefano Nanni, interpreti di «Orchestys». Danze, salti, onde dei tre tempi, un concerto con una selezione di canzoni tra cui anche alcune delle arie più celebri di Verdi, riarrangiate per l’occasione. Il 31 luglio invece torna a Macerata Francesco Micheli, ex direttore artistico del Macerata Opera Festival, insieme a Elio (di Elio e le Storie tese) per un omaggio al 150° anniversario dalla morte di Gioachino Rossini. Video, letture, improvvisazioni, cantanti d’opera, battibecchi per «Gioachino Rossini, ovvero La rivoluzione in musica». Il 7 agosto invece è il turno di Max Gazzè in tournée con «Alchemaya», che mette insieme sintetizzatori e la Bohemiam Symphony Orchestra di Praga diretta da Clemente Ferrari.

Per i «Mercoledì Contemporanea» invece ci sarà spazio per un’opera in prima assoluta (teatro Lauro Rossi, mercoledì 25 luglio, 1 e 8 agosto), vincitrice di Macerata 4.0, concorso internazionale per progetti di teatro musicale contemporaneo (opera, spettacolo di teatro musicale, installazione, performance, progetti audiovisivi, danza, videoart), per i team di under 35: il vincitore sarà proclamato il 7 aprile.

Per i «Giovedì AltraOpera» si inizia il 2 agosto, in occasione per la Notte dell’opera: ospite per «Traviata, l’intelligenza del cuore» Lella Costa, regia di Gabriele Vacis, un omaggio a tutte le traviate del mondo. Le note dell’opera, affidate a un tenore, un soprano e a un pianista, consentiranno a Lella Costa di intessere un dialogo impossibile con Violetta e Alfredo, mescolando con abilità e umorismo il romanzo di Dumas, il libretto di Piave e le musiche di Verdi, recitando tutte le parti della storia e non solo. Il 9 agosto invece protagonista l’étoile dell’Opéra de Paris Eleonora Abbagnato che interpreterà «Puccini», recentissima coreografia creata per lei e dedicata alla musica e soprattutto alle eroine per eccellenza del teatro d’opera: le protagoniste delle opere di Giacomo Puccini come Tosca e Madama Butterfly.

Feste sul palcoscenico: per la chiusura del festival, nell’ultimo fine settimana prima di ferragosto, la conclusione delle tre opere in scena non coinciderà con la chiusura del teatro, ma ci sarà la possibilità (solo per 200 persone che avranno acquistato il biglietto della serata) di trascorrere ancora qualche ora allo Sferisterio, in particolare proprio sul palcoscenico, per tre singolarissime feste a tema. Per l’Elisir d’amore del 10 agosto «Elisir d’amare – dj version»: l’ambientazione balneare immaginata dal regista Damiano Michieletto diventa lo spazio per una festa sulla spiaggia di mezza estate, i partecipanti sono invitati a portare un kit da mare, un oggetto da spiaggia e la voglia di far festa. «Libiamo e danziamo» per La Traviata dell’11 agosto: il Gran ballo dell’Ottocento sul palcoscenico dello Sferisterio con 40 coppie di ballerini da tutta Europa in eleganti frac e crinoline per meravigliosi valzer, quadriglie, controdanze e mazurche. Ai partecipanti è richiesto un vestito dell’Ottocento. Infine, «Dal crepuscolo alla luce – Una notte allo Sferisterio» per Il flauto magico del 12 agosto si chiuderà la 54ª edizione del Macerata Opera Festival restando sul palco per guardare le stelle: serve un kit da campeggio con tenda e torcia per vedere l’alba in compagnia.

Si conferma nel weekend del 3, 4 e 5 agosto la realizzazione dei percorsi di accessibilità per non vedenti e non udenti con un programma dettagliato di percorsi tattili alla scoperta del dietro le quinte, della sartoria, degli strumenti musicali oltre che la predisposizione di audio-guide che permettono a coloro che ne hanno bisogno di seguire gli spettacoli da una sezione riservata della platea dello Sferisterio.

Tornano anche alcune novità introdotte lo scorso anno e dedicate al pubblico come gli Aperitivi in loggione nei giorni delle opere a partire dalle 19 realizzati con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, le Visite del backstage e, novità, i Vip Package, cioè la possibilità di acquistare un intero palco per una serata e avere un esclusivo servizio catering durante l’opera.

La vendita dei biglietti è aperta presso la biglietteria a Macerata in piazza Mazzini a Macerata e anche online.

I biglietti per le opere hanno un costo da 25 a 150 euro (200 euro per la serata del 20 luglio).

Capossela: da 25 a 45 euro

Elio e Micheli: da 15 a 35 euro

Gazzè: da 30 a 72 euro

Abbagnato: da 30 a 70 euro

Lella Costa: 20 euro

Macerata 4.0: 10 euro

Feste in palcoscenico: 10 euro (in prelazione per chi ha il biglietto dell’opera).

Il posto in balconata ha un prezzo fisso per ogni manifestazione di 10 euro.

Numerose promozioni previste: sconto del 20% se si comprano 6 biglietti platino a data aperta in uno o più spettacoli oppure 2 biglietti verde a data aperta in uno o più spettacoli. Per gli over65 biglietto roulette a 25 euro (la sera dello spettacolo verrà assegnato il miglior posto disponibile) oppure sconto del 20%. Per gli under30 10 euro per un’anteprima giovani e 25 euro per un biglietto roulette (la sera dello spettacolo verrà assegnato il miglior posto disponibile). Per le famiglie il nuovo abbonamento giallo, con 4 biglietti a 20 euro l’uno invece di 25. Fino a 14 anni biglietto a un euro per ogni biglietto intero acquistato da un accompagnatore. Per gli Amici dello Sferisterio sconto del 10% sull’acquisto di due biglietti in tutti i settori e accesso a un’anteprima giovani. Per gli spettacoli del festival si possono usare il Bonus Cultura o la Carta Docente.