Mercatino francese
Mercatino francese

Macerata, 31 ottobre 2018 - Una passeggiata alla scoperta delle bellezze della città, una sosta tra le bancarelle del mercatino francese o un tour tra i quadri di Lorenzo Lotto. Sono diversi gli appuntamenti che, da domani, animeranno il ponte di Ognissanti. Si parte domani alle 10 dalla rotonda dei giardini Diaz, con il trekking urbano che, per questa edizione, propone un legame tra arte, paesaggio e buona cucina. Accompagnati dalle guide turistiche, il tour toccherà l’Autopalazzo di viale Puccinotti, edificio in stile liberty progettato per la prima esposizione regionale del 1905 dove verrà proposto l’incontro con la cucina futurista, per poi fermarsi ad assaporare la cucina nei libri antichi in mostra alla biblioteca Mozzi Borgetti, fonte inesauribile di preziose storie. Seguirà la tappa della cucina contadina narrata alla galleria Antichi Forni, per concludere il giro con la cucina indispensabile all’Asilo Ricci, realizzata in collaborazione con l’Istituto Alberghiero di Cingoli, i cuochi delle mense comunali e gli chef dell’Associazione provinciale cuochi ‘Antonio Nebbia’. Quattro i giri previsti, della durata di due ore ciascuno, che partiranno alle 10, alle 11, alle 15 e alle 16.

I sapori e i profumi d’Oltralpe, invece, invaderanno piazza della Libertà da domani a domenica, per il tradizionale mercatino francese che proporrà stand dove assaggiare pane, baguette, macarons, biscotti e formaggi tipici, ma anche dove farsi coinvolgere dagli odori e dai colori di spezie e profumi o acquistare stoffe e tovaglie.

Per gli amanti dell’arte, invece, a palazzo Buonaccorsi continua la mostra ‘Lorenzo Lotto. Il richiamo delle Marche’ promossa dalla Regione con il Comune, un percorso espositivo che permette al pubblico di riscoprire lo straordinario patrimonio lottesco, in una regione che non ha eguali in Italia per quantità e qualità di opere dell’artista. Per la prima volta le opere di Lotto create per il territorio e poi disperse nel mondo o quelle che, per storia e realizzazione, hanno avuto forti legami con le Marche si ritrovano insieme per questa grande e inusuale mostra visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 18. Spazio alla musica, infine, agli Antichi Forni dove, fino a domani è possibile ancora visitare la mostra sul Museo del synth marchigiano e italiano che propone oltre 100 strumenti vintage tra sintetizzatori, tastiere, organi e batterie elettroniche.