'Anna Maria Mazzini in arte Mina', va in scena al Piermarini di Matelica
'Anna Maria Mazzini in arte Mina', va in scena al Piermarini di Matelica

Matelica (Macerata), 8 gennaio 2019 – Un viaggio virtuale nella vita della grande Mina. Uno spettacolo dedicato ai suoi sogni, desideri, sfide, critiche e canzoni. Due ore durante le quali le quali le emozioni salteranno tra ricordi in bianco e nero e colonne sonore di vita quotidiana. Tutto questo è Anna Maria Mazzini in arte Mina che andrà in scena sabato alle 21.15 al teatro Piermarini. Sul palco Paolo Notari e Susanna Amicucci, con la regia di Sabino Morra, affiancati da Mimmo Scaricamazza alla chitarra, Davide Caprari alle tastiere e pianoforte, Roberto Fabietti al basso e Marco Lorenzetti alla batteria.

Anna Maria Mazzini in arte Mina non è solo una cover della più grande cantante italiana ma un vero e proprio omaggio a colei che ha fatto la storia della musica leggera italiana. Lo scopo è quello di riportare sulle scene la sua storia, dal 1958 al 1978, cioè dal suo esordio alla sua ultima apparizione in pubblico, avvenuta in quel lontano 23 agosto 1978, quando il grande Walter Chiari, presentandola alla Bussola di Viareggio, la introdusse con queste parole: “E adesso, signore e signori, una donna vera, con la sua età vera e con i suoi sbagli veri… Mina”.
Notari e Amicucci saranno i traghettatori di questo viaggio. Sul palco, infatti, saranno loro a far rivivere i primi venti anni della vita artistica di Mina, tra aneddoti, curiosità e canzoni. Due cantanti/attori e quattro musicisti per dare vita a un “teatro cantando” che per due ore diventerà il tempio della grande musica italiana.
Per informazioni: biglietteria Teatro Piermarini 0737 85088.