Castignano (Ascoli), 16 agosto 2018 – Conto alla rovescia per Templaria. La XXIX edizione del festival parte domani. La rievocazione medievale animerà Castignano fino al 21 agosto. Un’atmosfera magica abbraccerà il borgo per cinque notti. Attori, mangiafuoco, giocolieri, istrioni, menestrelli, danzatrici. Più di 150 artisti saranno i protagonisti del più grande spettacolo medievale di tutta Italia. Si alterneranno sui palchi, nelle vie, nelle piazze, nei vicoli di Castignano per mettere in scena lo spettacolo delle Notti da Medioevo.
Dopo aver analizzato e portato in scena, nelle precedenti edizioni, tutti i contesti e le motivazioni che portarono alla tragica fine dell’Ordine dei nati come Poveri Cavalieri di Cristo, poi divenuti il famigerato e leggendario Ordine dei Cavalieri Templari, questa edizione si concentra sulle sue origini. L’incantesimo del Medioevo a Templaria si propone come uno spaccato di vita dell’Età di mezzo che ogni anno permette a migliaia di spettatori di fare un meraviglioso tuffo nel passato.

Ad accompagnare i visitatori nel viaggio del passato la meraviglia delle cornamuse e la Potenza dei tamburi dei Futhark Folk; le danze medievali degli Sturm Und Drunk; la musica dei Tre Cipolle; l’energia dei Giullari Di Spade. E ancora le musiche evocative dei Vagus Animis, dei Bohemian Bards e dei Cimbali. Tante emozioni con i combattimenti dei Fera Sancti e divertimento assicurato con il Rimattore, straordinario menestrello dalla rima sciolta che fonde comicità e improvvisazione riuscendo a stupire e incantare gli spettatori con esilaranti racconti. Spettacolo di narrazione che coinvolge grandi e piccini garantendo simpatia e comicità con la Compagnia di Santo Mancinello. Mentre tra la gente arriveranno a sorpresa i giganti sui trampoli “In Flames”. Sensualità sul palco con gli Sguardi D’Oriente che volteggiano tra veli e sguardi misteriosi. I più piccoli potranno assistere anche allo spettacolo dei Falcong dedicato ai rapaci. Tra gli artisti anche i Naccari Giullari, Circopla’, La Combriccola dei Lillipuziani, i Giullari Del DiavoloIl Gobbo Di Cicignano e altri ancora. Il 17, 19, 20 e 21 lo spettacolo finale sarà affidato alla Compagnia dei Folli. Il 18 al Teatro del Ramino.

 In programma anche due convegni. Alberto Melloni, ordinario di storia del Cristianesimo presso l’Università di Modena-Reggio Emilia, il 17 agosto, con la conferenza dal titolo “Origine dell’ordine del tempio tra mito e realtà”, si occuperà della nascita dei Cavalieri Templari, cercando di distinguere tra storia e leggenda. Un percorso che, in base ai pochi documenti esistenti, tenterà di districarsi all’interno delle molteplici narrazioni storiche che si sono avvicendate sull’appassionante parabola dell’Ordine del Tempio. 

Il 18 agosto, con il suo intervento dal titolo “La Croce e la Spada – l’Origine dei Cavalieri del Tempio”. Valerio Massimo Manfredi amplierà i confini di una delle tante trame della sua l’indagine storiografica sui grandi guerrieri della storia, passata per i mitici mantelli rossi spartani e le legioni romane, riflettendo sulla singolare, nuova figura del soldato di Cristo, insieme monaco e cavaliere.

I biglietti per il Festival sono acquistabili direttamente a Castignano, presso uno dei tre ingressi al centro storico: Porta da Sole, Porta Santa Maria o Porta Crociata. La biglietteria è aperta dalle 17. I bambini fino ai 12 anni non pagano. Per ragazzi dai 13 ai 16 anni: tariffa ridotta 9 euro, Soci Proloco 2018 (dietro esibizione tessera): tariffa ridotta 9 euro. Biglietto adulti intero: 12 euro. Abbonamento tre sere: 20 euro. Abbonamento cinque sere : 30 euro.