"Accademia in gioco" Dagli incontri alle mostre, parte la festa per i 50 anni

Il via lunedì all’auditorium Svoboda e con l’esposizione dedicata a Pallottino. In piazza Mazzini da mattina a sera appuntamenti aperti a tutta la cittadinanza.

"Accademia in gioco"  Dagli incontri alle mostre,  parte la festa per i 50 anni

"Accademia in gioco" Dagli incontri alle mostre, parte la festa per i 50 anni

L’Accademia di belle arti di Macerata festeggia il suo cinquantenario e lo dedica a Luigi Pagliarini, artista e professore scomparso lo scorso marzo. Il tema conduttore della corposa serie di iniziative che avranno luogo in varie località marchigiane da giugno a settembre sarà quello del gioco: la dimensione ludica, trasversale ad ogni età, si lega infatti all’arte lungo tutto il corso della storia. L’avvio delle iniziative di "Accademia in gioco" è previsto già per lunedì alle 10 quando, nell’auditorium Josef Svoboda, dopo i saluti della direttrice Rossella Ghezzi e del presidente Gianni Dessì e la presentazione del programma di eventi estivi dedicati ai cinquant’anni di attività, si terranno la conferenza dal titolo "Un gioco ben scelto" e la visita guidata alla mostra "Quasi per gioco. Le arti di Paola Pallottino", in corso alla Galleria dell’Accademia. Alle 18 sarà la volta, in Galleria del commercio, dell’inaugurazione della galleria di scultura contemporanea, a cura di Antonio De Marini, con le opere degli studenti. Alle 11 di martedì, nella sede di via Berardi, presentazione, introdotta da Giorgio Cipolletta, de "Il pianeta mente", favola di Luigi Pagliarini, a cui sarà dedicata un’aula. Lunedì e martedì, da mattina a sera, piazza Mazzini sarà animata da "Accademiaingioco", un vero e proprio gioco al quale possono partecipare tutti i cittadini, che segna lo stretto rapporto tra l’Accademia e i luoghi della città: proprio su piazza Mazzini affaccia la futura sede dell’Accademia. Il 14 luglio verrà presentato, all’Orto dei pensatori, il progetto "The wow house", con ospite Tony Chambers, a cura degli studenti di design, in cui si parlerà di ambienti abitativi sostenibili. A Corridonia, il 7, 8 e 9 luglio piazza Corridoni sarà teatro del progetto "La piazza metafisica in gioco", un’istallazione visiva che racconta la piazza e la sua storia con esperimenti di videomapping e interazioni multimediali a cura della Scuola di comunicazione visiva. A San Severino, il 15 luglio alle 18.30, presso palazzo Servanti Confidati sarà inaugurata la mostra Il gioco delle parti fra scultura, pittura e restauro, a cura dell’Istituto di Restauro Marche: saranno esposte opere dell’arcidiocesi di Camerino e del Comune di San Severino, che gli studenti di restauro lavoreranno in un laboratorio aperto. Altre iniziative, fra mostre fotografiche, workshop e istallazioni sono previste, sempre nel periodo estivo, tra Ascoli, Ancona e Grottammare.