L’arresto è stato eseguito dai carabinieri di Numana (foto d’archivio)
L’arresto è stato eseguito dai carabinieri di Numana (foto d’archivio)
Porto Recanati (Macerata), 2 agosto 2020 - Avrebbe spacciato quasi 1.300 dosi di cocaina lungo la riviera del Conero e soprattutto a Scossicci , vicino ai locali pubblici della movida. Così, i carabinieri di Numana hanno arrestato l ’albanese per il reato di spaccio. Nella serata di ieri, a Porto Recanati, il 25enne è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Numana, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa il 31 luglio 2020 dall’ufficio del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Macerata, per il reato di spaccio continuato di sostanze stupefacenti.
L’attività investigativa condotta dall’Arma numanese permetteva di definire un quadro indiziario a carico dell’albanese in ordine a numerose cessioni di cocaina, quasi 1.300 dosi, effettuate dal mese di aprile 2018 a giugno scorso, in favore di tossicodipendenti della riviera del Conero e della Val Musone. Lo smercio della droga avveniva maggiormente a Scossicci , nelle vicinanze di locali pubblici o per strada, a tutte le ore del giorno, a un costo di 100 euro al grammo . Dalle investigazioni è emerso una vendita complessiva di circa un chilogrammo di cocaina per un illecito guadagno di 82mila euro.