Appello agli studenti: "Abbiate fiducia nelle istituzioni e siate cittadini attivi"

Silvana Sciarra, parlando agli studenti, sottolinea l'importanza della Costituzione italiana come progetto sempre aperto, attento ai mutamenti della società e ai diritti dei più deboli. Invita i cittadini ad appropriarsi degli ideali e dei principi sanciti nella Costituzione.

"Abbiate fiducia nelle istituzioni e siate cittadini attivi e consapevoli": con queste parole Silvana Sciarra ha introdotto, rivolgendosi agli studenti presenti, la lectio magistralis tenuta nella rinnovata Loggia del grano. Prese le mosse dalla voce "Costituzione", scritta nel ‘78 dal filosofo José Gil nella grande enciclopedia Einaudi, Sciarra ha messo l’accento su alcuni aspetti della Costituzione italiana. "Costituzione come progetto sempre aperto, attento ai mutamenti della società. Scrive Benedetta Barbisan che il costituzionalismo italiano nasce da ciò che si vuole allontanare, da ciò che non si vuole. Questo è destinato a durare". La giurista ha ricordato "le finalità di tutela della biodiversità e dell’ambiente nell’ottica delle future generazioni. Le generazioni di oggi, la nostra e quella di chi occupa posti di potere, devono cercare soluzioni coerenti e condivise". Il "diritto ad un ambiente salubre" e la "tutela visiva del paesaggio" sono stati menzionati dalla presidente della Corte costituzionale in riferimento a nuovi diritti che non vanno lesi. "I cittadini devono appropriarsi degli ideali oltre che dei principi sanciti nella Costituzione", sottolineando come questa debba proporre "una strada che contempli l’ambiente come entità organica". In chiusura Sciarra ha ricordato come vadano tutelati i diritti dei più deboli: "Nessuno venga privato del diritto di crescere".