"Magari al primo consiglio comunale un giovane può sentirsi come un pesce fuori d’acqua, in me c’è tanta voglia di mettersi in gioco e dimostrare che anche noi possiamo avere una voce in capitolo". Alessandro Bini (nella foto), 22 anni, è stato eletto nella lista civica del neo sindaco Parcaroli ed è il più giovane a sedere su quei banchi. "Faccio la magistrale in Economia gestionale...

"Magari al primo consiglio comunale un giovane può sentirsi come un pesce fuori d’acqua, in me c’è tanta voglia di mettersi in gioco e dimostrare che anche noi possiamo avere una voce in capitolo". Alessandro Bini (nella foto), 22 anni, è stato eletto nella lista civica del neo sindaco Parcaroli ed è il più giovane a sedere su quei banchi. "Faccio la magistrale in Economia gestionale all’ateneo di Macerata".

Ma perché ha deciso di scendere in campo?

"Per fare un’esperienza completamente nuova e al di fuori dei consueti standard, per dare voce alle persone inascoltate e anche per i giovani che non sono rappresentati nell’assise comunale o in altre realtà istituzionali".

Qual è stata la reazione quando i suoi amici hanno saputo della sua candidatura?

"Stupore".

Però non sono mancati i giovani presenti nelle varie liste e pronti a mettersi in gioco come lei.

"È vero, ma mi avrebbe fatto piacere vederne di più in Consiglio".

Ha ricevuto 111 voti: un risultato inaspettato o in linea con le sue aspettative?

"Non pensavo che potessi ottenere un risultato così rilevante. Non era così scontato che avessi un grosso riscontro a Villa Potenza dove vivo".

A casa come hanno preso la sua decisione di presentarsi per il consiglio comunale?

"Bene, è un segnale di voler fare, di chi vuole fare un passo avanti per mettersi in gioco. Ho aggiunto un impegno in più in aggiunta a quelli universitari e calcistici dove faccio l’arbitro".

Come è stata la campagna elettorale?

"Un mese fa la presentazione della lista e poi la mia elezione, è stato tutto così veloce che devo ancora rendermene conto".

Ha parlato con Parcaroli?

"Mi sono complimentato con lui durante i festeggiamenti che ho dovuto interrompere per qualche ora a causa di impegni universitari".

Cosa chiedono i giovani a un loro coetaneo che siede in consiglio comunale?

"Spazi per il tempo libero, riqualificazione degli impianti sportivi e attività collegate con l’ateneo".

Lorenzo Monachesi