Procede spedita la somministrazione della terza dose che, da mercoledì scorso, nelle Marche è possibile prenotare a cinque mesi dalla seconda. "Anticipando la terza dose da sei a cinque mesi si accelera la campagna vaccinale – ha detto l’assessore alla Salute, Filippo Saltamartini – e si limita l’impatto della quarta ondata. Le Marche sono tra le prime regioni in Italia ad aver ridotto l’intervallo temporale, come indicato dagli esperti". Chi ha effettuato la prenotazione della terza dose con l’intervallo di sei mesi, per anticiparlo potrà cancellare la vecchia prenotazione e procedere ad una nuova attraverso la piattaforma "Poste". Si ricorda che la terza dose può essere richiesta da tutti i cittadini con più di 40 anni e dal personale sanitario.