Borseggiatori in scooter e ladruncoli a Porto Recanati, l'escalation di furti

Borseggiatori in scooter e ladruncoli in azione lungo la costa delle Marche: una donna derubata a Porto Potenza, un'auto forzata a Porto Recanati e un portafoglio rubato a Porto Potenza. I furti sono stati denunciati ai carabinieri.

Un borseggiatore in scooter si è fatto vivo lungo la nostra costa, rubando a una donna lo zainetto che aveva messo sul cestino della propria bici, a Porto Potenza. Ma un altro colpo è stato messo a segno, con lo stesso modus operandi, pure a Porto Recanati. E non solo: un ladruncolo ha forzato nottetempo un’auto, dalla quale ha rubato il portafoglio del legittimo proprietario. E’ questa l’escalation di furti avvenuta negli ultimi giorni. Ieri mattina, verso le 11.20, un’anziana portopotentina stava girando in bici all’altezza di via Rossini, a non troppa distanza dalla farmacia comunale. A un certo punto, un tizio in moto l’ha seguita da dietro e in un battibaleno ha accostato verso di lei, per poi rubarle uno zaino di colore fucsia dove erano stati riposti soldi ed effetti personali. Subito dopo il balordo è sfrecciato via a tutto gas, facendo perdere le proprie tracce. L’anziana si è poi recata nella caserma dei carabinieri di Porto Potenza, sporgendo denuncia contro ignoti. Tuttavia, probabilmente lo stesso malfattore, aveva colpito qualche ora prima anche a Porto Recanati, mettendo a segno un furto con simili modalità. Pure in questo caso, il derubato ha allertato i carabinieri della locale stazione. E c’è dell’altro: dei topi d’auto si sono fatti vivi a Porto Potenza, nella notte tra martedì e mercoledì. Nel mirino è finita una Ford C-Max, che un 47enne aveva parcheggiato sotto casa in via Nelson Mandela, all’altezza del Sì con Te, non troppo distante dal Rione dei Musicisti. "Al rientro dal lavoro, avevo lasciato l’auto in sosta intorno al tardo pomeriggio – racconta l’uomo –. E per la fretta mi ero dimenticato il portafoglio nel bauletto della macchina, lasciando poi i finestrini aperti (appena qualche centimetri) per via del caldo. La mattina dopo ho trovato l’auto semi-aperta e con chiari segni che qualcuno aveva rovistato all’interno. Ignoti mi hanno portato via il portafoglio con dentro cento euro, documenti e bancomat. I vetri non erano rotti: quasi sicuramente sono stati abbassati con qualche oggetto da scasso". Ieri mattina, il 47enne ha denunciato il furto ai carabinieri.

Giorgio Giannaccini