Due agenti al parco Fontescodella (foto d’archivio)

Macerata, 11 giugno 2018 – Calci e pugni agli agenti che volevano identificarlo. Protagonista un 25enne di origine nigeriane, fermato sabato scorso al parco Fontescodella, assieme ad altri extracomunitari, per essere controllato. L’uomo, l’unico tra i circa 20 identificati tra il parco e i giardini Diaz, ha reagito con una violenza definita inaudita dai poliziotti, i quali hanno dovuto faticare non poco per schivare i colpi e restare illesi. Alla fine il 25enne è stato bloccato e identificato.

Oramai i poliziotti che espletano il loro servizio – fa sapere la Questura –, sono divenuti bersaglio di cittadini extracomunitari che oppongono resistenza fisica in modo violento, segnali di insofferenza da parte di questi giovani sicuramente dovuti alla pressione esercitata negli ultimi mesi dalla polizia con l’obbiettivo di prevenire e debellare i fenomeni legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Anche questa mattina sono in corso in città i controlli della polizia. Al momento sono state identificate 18 persone. Tra queste, un cittadino di origini nigeriane che sostava davanti a un supermercato sito in via dei Velini, sprovvisto di documenti di identificazione. Un altro cittadino di origini nigeriane è stato controllato davanti alla chiesa dell’Immacolata in corso Cavour e anche in questo caso l’uomo era sprovvisto di documenti di identificazione. I due sono stati denunciati.