Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Cannabis light, chiusi due negozi / VIDEO

Operazione della polizia in corso a Macerata. Sostanze sequestrate e analizzate: "Vero e proprio stupefacente"

di CHIARA GABRIELLI
Ultimo aggiornamento il 21 giugno 2018 alle 15:49
Il negozio chiuso

Macerata, 21 giugno 2018 - Chiusura forzata per il negozio in via Lauri, davanti piazza XXX Aprile (piazza San Giorgio). La polizia interviene all'Indoor Nova, attività che vende prodotti di canapa. Sul posto anche la scientifica. È accaduto stamattina intorno alle 11. Il negozio, che si presenta come piccolo mondo della cannabis legale, ha disponibili diversi prodotti, dalle creme e diversi prodotti per il corpo a biscotti, cioccolata e altro.

La questura fa sapere che è in corso un'importante operazione in materia di droga: la chiusura del negozio fa parte di una più ampia operazione in tutta Italia.

LEGGI ANCHE Cannabis light, il Consiglio superiore di sanità: no alla vendita

Sarebbero due i negozi fatti chiudere dalla polizia a Macerata, entrambi specializzati nella vendita di prodotti a base di cannabis (droghe light). Contestualmente, gli agenti della squadra mobile hanno indagato in stato di libertà per attività di spaccio di sostanze stupefacenti il titolare degli esercizi commerciali, eseguendo una serie di perquisizioni nei confronti degli stessi e dei dipendenti addetti alla vendita dei prodott. Hanno anche sequestrato sostanza stupefacente in queste sedi.

L'attività investigativa, una delle prime, nei confronti dei cosiddetti «Grow Shop», informa la polizia, «è stata avviata sulla base della particolare proliferazione dei suddetti negozi nel maceratese: la Squadra mobile ha avviato una serie di riscontri finalizzati a verificare l'eventuale pericolosità delle sostanze pubblicizzate e vendute, con particolare riferimento alla marijuana light».

Nel corso delle indagini ed a seguito dell'attività di osservazione diretta nei confronti di alcuni giovani acquirenti, gli agenti hanno sequestrato la sostanza facendola analizzare presso gli uffici della Polizia scientifica della Questura di Macerata: i risultati hanno indicato che si trattava di «vera e propria sostanza stupefacente», cioè «marijuana con principio attivo addirittura di 0,60%, idoneo, pertanto, a procurare effetti droganti con danni alla salute fisica e psichica dei giovanissimi clienti». Si tratta di un fenomeno largamente diffuso in tutto il territorio nazionale: sono circa 650 i negozi specializzati ed in possesso di regolare licenza.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.