Centro diurno. Partiti i lavori di ampliamento

Con 365mila euro, Camerino potenzia la struttura per malati di Alzheimer.

Centro diurno. Partiti i lavori di ampliamento

Centro diurno. Partiti i lavori di ampliamento

Sono partiti i lavori per la trasformazione e l’ampliamento del centro diurno Alzheimer "Tempo alle famiglie" di Camerino, che avrà così fino a venti posti per persone affette da demenza. "Grazie a un percorso virtuoso che ha consentito all’Unione montana Marca di Camerino di intercettare e vincere un bando del Psr e di usufruire di un significativo contributo della Federazione nazionale Pensionati Cgil-Cisl-Uil, potenzieremo un servizio fondamentale che qualifica il nostro territorio, tra i più attenti alle problematiche sociosanitarie della popolazione anziana". A parlare è il coordinatore dell’Ambito territoriale sociale XVIII, Valerio Valeriani. L’intervento, per 365mila euro, riguarderà anche il centro diurno Millecolori per persone disabili, con un miglioramento funzionale delle strutture. "Voglio ringraziare il presidente dell’Unione, Alessandro Gentilucci, per aver creduto in questo percorso che ci ha portato a vincere il bando regionale, e i sindaci, in particolare il sindaco di Camerino Roberto Lucarelli, per aver messo a disposizione, nelle more dell’iter realizzativo, due Sae grandi e attrezzate come avevamo chiesto e che, grazie al personale qualificato di cui disponiamo, renderanno il periodo dei lavori gestibile e sostenibile per gli ospiti. Ricordiamo – prosegue Valeriani – che si tratta di una soluzione temporanea per la durata dei lavori, 245 giorni, e che i tecnici comunali hanno individuato, su richiesta dei coordinatori delle due strutture, non solo le Sae ma anche altri spazi per le attività".