Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

"Cinque anni di fatti: investiti 40 milioni"

Il sindaco Cartechini ha presentato il bilancio di mandato: sisma, Covid e guerra grandi ostacoli, ma abbiamo risparmiato anche sugli assessori

diego pierluigi
Cronaca
Sindaco e giunta con l’opuscolo che racchiude i loro cinque anni di mandato
Sindaco e giunta con l’opuscolo che racchiude i loro cinque anni di mandato
Sindaco e giunta con l’opuscolo che racchiude i loro cinque anni di mandato

di Diego Pierluigi

"Una linea tracciata che rimarrà a memoria sia nostra sia dei cittadini. Riteniamo che il lavoro fatto negli ultimi anni, con tutte le difficoltà, sia stato sufficiente, ora speriamo che venga approvato e condiviso dai corridoniani". Sono 80 le pagine che compongono l’opuscolo del bilancio sociale di mandato 2017-2022 reso noto dall’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Cartechini e che proprio in questi giorni sarà recapitato a tutte le famiglie di Corridonia.

I cinque anni di legislatura sono stati illustrati dal primo cittadino uscente, con al fianco tutti gli assessori, nella sala consiliare del Municipio. "E’ un documento che si redige a fine mandato ed aiuta a far comprendere meglio ai cittadini le relazioni tecniche stilate dagli uffici - ha spiegato Cartechini che nell’ultima assise comunale era stato bersagliato dall’opposizione per la cifra spesa (quasi 15 mila euro) nella redazione dell’opuscolo - non ci sono pagine bianche, significa che qualcosa abbiamo fatto. A livello temporale, siamo passati dal sisma, attraverso la pandemia per finire con la guerra in Ucraina che ha inciso non di poco, sorvolando sulle problematiche degli enti locali". Diversi i settori scritti nell’indice, a partire dal territorio comunale e statistiche anagrafiche per continuare poi con organi istituzionali, struttura organizzativa, associazioni del territorio, commemorazioni e iniziative istituzionali, cultura e turismo, sport, opere pubbliche, assetto e sviluppo del territorio, servizi sociali ed infine bilancio.

Cartechini è poi entrato nel dettaglio di alcuni punti del bilancio quinquennale. "La giunta ha percepito delle indennità ridotte del 10% e non ha usufruito dei rimborsi spese per le trasferte - ha affermato -. Inoltre, non abbiamo nominato un assessore in più anche se previsto, il tutto ha portato ad un risparmio concreto di 210 mila euro". Il focus poi si è spostato sui contributi erogati alle associazioni (oltre un milione di euro) e sugli eventi di spicco, come la Coppa del Mondo di paraciclismo, la riapertura del teatro Velluti e le conferenze sulla legalità con il procuratore antimafia Nicola Gratteri. Nel sociale sono 310mila gli euro erogati per l’emergenza Covid a supporto delle famiglie in difficoltà ed ampio respiro è stato dato alle opere pubbliche, dall’edilizia scolastica all’illuminazione, passando per viabilità e impianti sportivi. "In cinque anni - ha precisato il sindaco - sono stati investiti intorno ai 40 milioni di euro, di cui 7.900.000 dal bilancio comunale ed i restanti derivanti da finanziamenti extra comunali".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?