Civitanova, Progetti Gratuiti per Supportare le Famiglie con Disabilità

Iniziative gratuite per coinvolgere le famiglie di bambini con disabilità: "Spazio Siblings lab" e "Genitori in dialogo" organizzati dal Comune di Civitanova. Percorsi per far conoscere ed esprimere i fratelli e le sorelle di bambini con disabilità.

Dar voce alla disabilità significa anche dar voce all’intera famiglia, a tutte le emozioni e le sensazioni troppo spesso inascoltate e messe da parte. Un desiderio, questo, che si concretizza in due percorsi gratuiti per coinvolgere le famiglie: "Spazio Siblings lab" e "Genitori in dialogo", organizzati da Comune di Civitanova e la cooperativa sociale Il Faro. Entrambe le iniziative sono inserite nel progetto "Come a casa", nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Per quanto riguarda "Spazio Siblings lab", l’intento è quello di far conoscere ed esprimere i fratelli e le sorelle di bambini con disabilità. E il tutto si svolgerà negli spazi del Convento dei Frati Cappuccini, in contrada Grazie, con un ciclo di incontri: domani "Esploriamo le emozioni", il 12 luglio "Troviamo le soluzioni ai problemi" e il 19 luglio "Ripartiamo più forti e supportati". Tutti e tre gli appuntamenti, sempre con orario dalle 17 alle 19. Mentre il progetto "Genitori in dialogo" è un cammino gratuito rivolto ai genitori di bambini con disabilità, e vedrà come figure guida Agostino Basile (pedagogista, direttore scientifico e docente-formatore del Centro psicopedagogico formazione e ricerche Oida di Napoli) e Ilaria Polimanti (psicologa e psicoterapeuta). Tutti gli incontri sono previsti dalle 18 alle 19.30, nel Cag Kalimera, in via Ungaretti: il 6 luglio "Tra cura ed educazione", il 28 settembre "La coppia genitoriale" e il 12 ottobre "Il progetto di vita e le autonomie". "Proseguono i percorsi dedicati ai bambini e ragazzi con disabilità, ai loro fratelli e alla famiglia – afferma l’assessore ai Servizi sociali, Barbara Capponi –. Il sistema familiare va supportato. Con questa progettualità proseguiamo ulteriormente nel segno di Civitanova città con l’infanzia, in cui l’attenzione è alta a tutte le esigenze".